domenica,Settembre 26 2021

Ospedale, la Giunta di Tropea ricorre al Tar contro il decreto Scura

Aspre critiche ad un atto che "ridimensiona ulteriormente una struttura sanitraria nevralgica per la costa". Analoga delibera approvata dai Comuni di Drapia, Nicotera, Cessaniti, San Calogero, Rombiolo, Parghelia e Zungri

Ospedale, la Giunta di Tropea ricorre al Tar contro il decreto Scura

Finalmente si è mossa anche la Giunta di Tropea. Con apposita delibera, infatti, l’esecutivo guidato dal sindaco Giuseppe Rodolico ha proceduto alla nomina di un legale, nella fattispecie l’avvocato Altiero Gualtieri del foro di Catanzaro, per il ricorso al Tar contro il decreto Scura che, nei fatti, ridimensiona ulteriormente l’ospedale di Tropea. Simile delibera è stata licenziata dai comuni vicinori, ossia Drapia, Nicotera, Cessaniti, San Calogero, Rombiolo, Parghelia e Zungri. Le spese per il legali, pari a 4.000 mila saranno ripartiti tra tutti i su citati enti comunali.

“La proceduta adottata dal commissario Scura – si legge nell’atto – è inaccettabile perché ignora completamente la realtà territoriale, disconoscendo le reali esigenze del territorio della Costa”. Alla provincia di Vibo Valemntia, infatti, viene dimezzata la percentuale dei posti letto: 1,5 per mille abitanti, rispetto agli standard di 3 posti letto per 1000 abitanti”. Inoltre, viene sottolineato come il presidio ospedaliero di Tropea, sia posto “al centro di un vasto comprensorio turistico che va da Nicotera, Capo Vaticano fino a Pizzo per circa 50 chilometri, con strutture ricettive per quasi 50 mila posti letto”.

Articoli correlati

top