domenica,Gennaio 29 2023

Elezioni, Azione Vibo: «Tremila voti in provincia, risultato che soddisfa e incoraggia»

Il segretario provinciale Mazzotta e la segretaria cittadina Gioia ringraziano iscritti ed elettori. La stoccata al Pd («solo alla Camera hanno perso mille voti) e lo sguardo al futuro: «Pronti a dialogare con chi ha a cuore l’esclusivo interesse del territorio»

Elezioni, Azione Vibo: «Tremila voti in provincia, risultato che soddisfa e incoraggia»
Maurizio Mazzotta e Claudia Gioia

All’indomani dei risultati del voto per il rinnovo della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica, arrivano i ringraziamenti del segretario provinciale e della segretaria cittadina di Azione, Maurizio Mazzotta e Claudia Gioia, a «tutti gli iscritti al partito provinciale di Vibo per il lavoro svolto in occasione delle recenti elezioni politiche e contestualmente ringraziamo, altresì, gli elettori che hanno creduto in questa proposta politica che ha rotto con il classico bipolarismo destra-sinistra. Ed infatti – aggiungono, tramite una nota stampa – siamo pienamente soddisfatti di un risultato che ha visto la lista del Senato, capeggiata da un esponente di Azione, conquistare nella provincia di Vibo Valentia 3000 preferenze». [Continua in basso]

Viene, quindi, sottolineato il dato di Francica, «comune di residenza del segretario provinciale, dove il Terzo polo è diventata la prima forza politica in termini assoluti; così come degno di nota appare il risultato di Vibo città, dove la lista con il candidato di Azione ha acquisito circa 600 preferenze. Tali risultati sono per noi particolarmente significativi tenuto conto di due fattori: il primo è che il Terzo Polo rappresenta una forza politica appena nata, che ha avviato solo da qualche mese il suo percorso di radicamento sul territorio, ed il secondo è stata l’assenza, all’interno delle liste, di un candidato proveniente da Vibo centro o dalla provincia che avrebbe reso certamente più forte la proposta elettorale per come era stato da noi già affermato sulla stampa».

«Nonostante ciò – prosegue la nota – siamo convinti che un bacino di 3000 preferenze è un segnale chiaro che incoraggia e rilancia un progetto che può solo crescere e rafforzarsi. Prendiamo sin da ora le distanze da quelle forze politiche che strumentalizzano la realtà e propongono dati non veritieri. È il caso, ad esempio, del segretario cittadino del Partito democratico che ha affermato che il partito in città ha preso più voti delle elezioni politiche del 2018. Orbene, basterebbe consultare il sito del Ministero per capire che all’attuale tornata elettorale i voti di tale partito si sono ridotti sia alla Camera e sia al Senato pur essendo presente nelle liste un’altra forza politica rispetto al 2018, cioè Leu. Addirittura alla Camera sono stati persi, rispetto al 2018, circa 1000 voti. L’arroganza e l’autoreferenzialità non permettono di costruire per il futuro progetti credibili. Noi ci proponiamo di essere credibili e concreti – concludono Mazzotta e Gioia – e pronti a dialogare con le forze politiche sane del territorio che abbiano come punto fermo l’esclusivo interesse del territorio a prescindere dagli stereotipi ideologici».

LEGGI ANCHE: Dopo elezioni a Vibo, Colelli (Pd) guarda avanti: «Primo passo l’alleanza con il M5S»

Elezioni politiche 2022, Collegio 4 Camera: a Vibo città il Movimento 5 Stelle diventa il primo partito

Elezioni 2022: a Vibo città il M5S è il primo partito anche nel collegio Senato Sud

Astenuti, schede bianche e nulle primo “partito” a Vibo e frazioni

Elezioni Politiche: M5S primo partito in 18 comuni del Vibonese. Nesci supera Arruzzolo solo in tre paesi

top