mercoledì,Novembre 30 2022

Elezioni Politiche: M5S primo partito in 18 comuni del Vibonese. Nesci supera Arruzzolo solo in tre paesi

Ecco i dati in provincia, le curiosità ed il tonfo del Pd che perde pure in Comuni che amministra come Briatico, Gerocarne, Parghelia e Rombiolo. Forza Italia tiene in alcuni centri. Sorprese a Vibo, Pizzo, Serra e Filadelfia dove sfondano i Cinque Stelle

Elezioni Politiche: M5S primo partito in 18 comuni del Vibonese. Nesci supera Arruzzolo solo in tre paesi
La Camera dei deputati e nei riquadri Giovanni Arruzzolo, Dalila Nesci e Riccardo Tucci

Si presta a diverse letture il dato che esce fuori dalle urne alla Camera dei deputati in diversi comuni del Vibonese. Il rosarnese e consigliere regionale Giovanni Arruzzolo di Forza Italia (cognato del consigliere regionale Michele Comito), sostenuto anche da Fratelli d’Italia, Lega e Noi Moderati, vince in quasi tutti i paesi del Vibonese ad eccezione di Drapia dove prevale Dalila Nesci (sostenuta da Impegno civico di Di Maio, il Pd e l’alleanza Verdi-sinistra) con 325 voti contro i 250 di Arruzzolo (Tucci del M5S ottiene qui 203 preferenze), Arena dove la Nesci ottiene dieci voti in più – 156 contro i 146 di Arruzzolo (Tucci 113 voti) – e Zaccanopoli dove Dalila Nesci ottiene 114 voti contro i 105 di Arruzzolo e i 71 di Tucci. [Continua in basso]

Il dato a Vibo Valentia, M5S primo partito

Interessante il dato del comune di Vibo Valentia (che comprende ovviamente anche le frazioni) dove Arruzzolo, sostenuto da tutto il centrodestra, ottiene 5.716 preferenze (46,31%), mentre al secondo posto – sostenuto da una sola lista, il M5S – il deputato uscente Riccardo Tucci ottiene 3.258 voti (26,39%). Terza Dalila Nesci con 2.055 voti (16,65%), sostenuta dal centrosinistra. Se si vanno però a esaminare i dati partito per partito, a Vibo Valentia il Movimento Cinque Stelle diventa il primo partito nella città capoluogo con 3.190 voti, pari al 26,48% dei consensi. Seguono a ruota il partito di Forza Italia, che ha incassato 2.644 voti, pari al 21,95% delle preferenze e poi Fratelli d’Italia, che ha portato a casa 1.949 voti, pari al 16,18% dei consensi. Occupa, invece, solo la quarta casella il Partito democratico, che ha ottenuto complessivamente 1.333 voti, pari all’11,07% dei consensi. Quindi, la Lega di Salvini, a cui sono andati 720 voti, pari al 5,98% dei consensi, il Terzo Polo (Azione-Italia Viva), che ha ottenuto 542 voti, pari al 4,50% delle preferenze. Nonostante, quindi, Forza Italia sia la forza politica del coordinatore regionale del partito – il vibonese Giuseppe Mangilavori che da senatore passa a deputato grazie al listino “bloccato” (era capolista) – e del sindaco Maria Limardo, il partito di Silvio Berlusconi in città è solo secondo con una differenza di 546 voti sul Movimento Cinque Stelle.

Il dato di Pizzo: M5S primo partito, Nesci è solo terza

Riccardo Tucci (M5S)
Riccardo Tucci (M5S)

Interessante il voto a Pizzo dove Arruzzolo ottiene con il centrodestra unito 1.335 voti (39,25%), mentre al secondo posto si attesta Riccardo Tucci con 1.092 preferenze (32,11%). La Nesci con il centrosinistra è solo terza con 595 voti (17,49%). Se si vanno ad esaminare i dati, nel comune il cui sindaco, Sergio Pititto, è stato di recente eletto con un’aggregazione sostenuta da Forza Italia, il primo partito è il Movimento Cinque Stelle che ottiene 1.079 preferenze (32,15%) stacca nettamente Forza Italia che si attesta a 649 voti (19,34%), seguita da Fratelli d’Italia con 473 voti (14,09%), il Pd con 422 voti (12,57%) – partito con il quale nel 2018 era stato eletto il deputato uscente Antonio Viscomi (non ricandidato) – e la Lega con 180 voti (5,36%). [Continua in basso]

Centrosinistra perde nei Comuni amministrati come Briatico, Gerocarne, Parghelia e Rombiolo

E’ un altro dato da tenere bene a mente nel Vibonese. A Briatico dove il sindaco è un esponente del Pd (il socialista Lidio Vallone), a Gerocarne dove il primo cittadino è Vitaliano Papillo, anche lui del Pd, ed a Parghelia dove il sindaco è Antonio Landro, esponente storico del Pd di cui è segretario cittadino, il centrosinistra perde ed ottiene più voti Giovanni Arruzzolo con la coalizione di centrodestra. In particolare, a Briatico Arruzzolo ottiene 578 voti pari al 40,82%, Riccardo Tucci con il solo M5S ottiene 417 preferenze (29,45%) e Dalila Nesci (sostenuta da Pd, +Europa, Impegno civico – Di Maio – e Verdi-sinistra) si ferma a 291 voti (20,55%). A Briatico il primo partito è il Movimento Cinque Stelle con 409 voti, seguito da Forza Italia con 258 preferenze, il Pd con 242 voti, Fratelli d’Italia con 235 voti, la Lega con 79 voti.

A Gerocarne, invece, Arruzzolo con il centrodestra ottiene 266 voti (46,58%), Tucci con il M5S prende 117 voti (20,49%), Dalila Nesci con il centrosinistra solo 107 voti (18,74%). Nel dettaglio, a Gerocarne il primo partito è Forza Italia con 141 voti, il secondo partito il Movimento Cinque Stelle con 117 voti (20,63%), terzo Fratelli d’Italia con 95 voti (16,75%), mentre il Pd (partito del sindaco Vitaliano Papillo) è solo quarto con 89 voti (15,70%).

Cinque Stelle primo partito a Parghelia

A Parghelia il centrodestra unito con Arruzzolo ottiene 177 voti (35,19%), Dalila Nesci con il centrosinistra 167 preferenze (33,20%), Tucci 101 voti (20,08%). Fra i partiti, il primo a Parghelia diventa il Movimento Cinque Stelle con 100 voti (20,79%), il secondo è il Pd (partito del sindaco Landro) con 86 voti (17,88%), terzo Forza Italia con 83 voti (17,26%), quinto Fratelli d’Italia con 75 voti (15,59%). [Continua in basso]

Cinque Stelle primo partito a Rombiolo

A Rombiolo, storica roccaforte del centrosinistra e dove il sindaco è Domenico Petrolo del Pd vince il centrodestra unito con Arruzzolo che ottiene 663 voti (43,14%) contro i 430 voti di Tucci del M5S (27,98%) e il centrosinistra che con Dalila Nesci prende 330 voti (21,47%). Se si vanno ad analizzare però i dati dei singoli partiti alla Camera, il Movimento Cinque Stelle diventa il primo partito con 425 voti (28,03%), superando il Pd fermo a 294 voti (19,39%), Forza Italia che prende 289 voti (19,06%) e Fratelli d’Italia con 263 (17,35%).

Cinque Stelle primo partito in altri 12 centri

Il Movimento Cinque Stelle diventa il primo partito anche a Dinami con 164 voti (32,16%) superando Forza Italia ferma a 127 voti (24,90%), Fratelli d’Italia che ottiene 63 voti (12,35%), il Pd fermo a 56 preferenze (10,98%). Movimento Cinque Stelle primo partito a Filadelfia con 454 voti (21,92%). Nel paese roccaforte del consigliere regionale di centrodestra – Coraggio Italia – Francesco De Nisi) la lista Noi Moderati (formazione politica nella quale è confluito De Nisi) ottiene solo 280 voti (13,52%), superato da Fratelli d’Italia che ottiene 363 voti (17,53%), il Pd con 325 preferenze (15,69%) e Forza Italia con 313 voti (15,11%).

Movimento Cinque Stelle primo partito pure a Filandari con 181 voti (26,70%), seguito da Forza Italia con 145 voti (21,39%), Fratelli d’Italia con 121 voti (17,85%), mentre il Pd è solo quarto con appena 72 voti (10,62%).

Anche a Francavilla Angitola il primo partito è il Movimento Cinque Stelle che alla Camera ottiene 161 voti (24,81%), seguito da Fratelli d’Italia con 120 voti (18,49%), Forza Italia con 92 voti (14,18%) e il Pd con 68 voti (10,48%).

A Jonadi – che nelle recenti amministrative di giugno ha eletto quale nuovo sindaco Fabio Signoretta sostenuto da Forza Italia e da Mangialavori – il primo partito è il M5S con 514 voti (30,41%) che supera di gran lunga Forza Italia ferma a 386 (22,84%) e Fratelli d’Italia con 333 (19,70%). Solo quarto il Pd con 132 voti (7,81%).

Movimento Cinque Stelle primo partito pure a Limbadi dove vince Arruzzolo con il centrodestra unito (419 voti ovvero 38,20%) e Dalila Nesci con il centrosinistra supera Riccardo Tucci del M5S sol perché ottiene 17 voti al solo candidato (Nesci in totale 271 voti, Tucci 253). Il M5S è quindi primo partito con 236 voti (23,30%), superando il Pd fermo a 209 (20,63%), Fratelli d’Italia con 151 (14,91%) e Forza Italia che prende 145 voti (14,31%).

A San Costantino Calabro il primo partito diventa il M5S con 254 voti (32,61%) che supera il Pd fermo a 150 voti (19,26%), Forza Italia che ottiene 137 voti (17,59%) e Fratelli d’Italia 117 voti (15,02%).

Movimento Cinque Stelle primo partito pure a San Nicola da Crissa dove ottiene 129 voti (23,84%) contro i 127 di Azione Italia Viva e gli 81 del Partito democratico. Primo partito anche a Simbario con 93 voti contro i 61 di Fratelli d’Italia e i 56 di Forza Italia ed a Spadola con 81 voti (77 Fdi e 66 Forza Italia).
M5S in testa pure a Stefanaconi con 185 voti (23,04%) contro i 158 di Forza Italia (19,68%) ed i 154 (19,18%) di Fratelli d’Italia ed a Vallelonga dove ottiene 49 voti contro i 47 del Pd ed i 45 di Forza Italia.

Sorpresa a Serra San Bruno: M5S primo partito

Il Comune di Serra San Bruno
Il Comune di Serra San Bruno

Il Movimento Cinque Stelle riesce ad essere il primo partito pure a Serra San Bruno. Qui vince il centrodestra unito con Arruzzolo che ottiene 1.284 voti (47,74%) ed ha la meglio su Riccardo Tucci che con il M5S prende 568 voti (21,12%) e su Dalila Nesci (centrosinistra) ferma a 499 voti (18,56%). Ma se si vanno ad analizzare i voti delle singole liste si scopre che alla Camera il primo partito a Serra sono i Cinque Stelle con 559 voti (21,04%) che superano Forza Italia che ottengono 548 voti (20,62%) e Fratelli d’Italia che prendono 467 voti (17,58%) ed il Pd (dell’ex consigliere regionale Luigi Tassone) fermo a 445 voti (16,75%). Azione- Italia Viva a Serra (dove è confluito l’ex deputato Bruno Censore e candidava Maria Soccorsa Galati di Monterosso) ottiene 235 voti (8,84%)

Il Pd è invece primo partito a Drapia con 238 voti (26,33%), secondo è il M5S con 197 voti (21,79%), terzo Fratelli d’Italia con 115 voti (12,72%), mentre Forza Italia è solo quarta con 100 voti (11,06%). Primo partito il Pd pure a Vazzano con 96 voti (27,20%) contro le 60 preferenze di Forza Italia e i 46 voti di Fratelli d’Italia (13,03%).

Forza Italia è primo partito e tiene invece a Ricadi (457 contro i 383 del M5S), Zambrone (256 contro i 128 di Fratelli d’Italia), Tropea (621 contro i 403 del M5S), Sant’Onofrio (316 contro i 227 del M5S), Mileto (700 contro i 638 del M5S), San Gregorio d’Ippona (277 voti contro i 209 del M5S), Soriano Calabro (166 contro i 159 del M5S, i 146 di Fratelli d’Italia e 60 del Pd) e Nicotera (533 contro i 453 del M5S, 305 di Fratelli d’Italia, i 231 del Pd e i 100 della Lega). A Zungri il primo partito è Fratelli d’Italia con 195 voti (28,43%) seguito dai 158 voti di Forza Italia e dai 143 del M5S. Il Pd a Zungri è solo quarto con 55 voti (8,02%).

LEGGI ANCHE: Astenuti, schede bianche e nulle primo “partito” a Vibo e frazioni

Elezioni politiche 2022, Collegio 4 Camera: a Vibo città il Movimento 5 Stelle diventa il primo partito

Elezioni Politiche 2022: tutti i senatori e i deputati eletti in Calabria – LIVE

Elezioni 2022, Mangialavori eletto deputato nel collegio plurinominale Calabria

Elezioni 2022: a Vibo città il M5S è il primo partito anche nel collegio Senato Sud

Elezioni, Nesci: «Malgrado la sconfitta, ho la certezza di avere prodotto risultati importanti»

Politiche 2022, Tassone (Pd): «Serve un’analisi lucida per correggere gli errori»

Sconfitta Pd, Letta: «Giorno triste per Italia ed Europa. Congresso? Non mi ricandiderò»

Articoli correlati

top