lunedì,Febbraio 26 2024

Vibo, l’immobile di piazza Annarumma e l’ex Convitto saranno recuperati: ecco cosa si farà

Approvati dalla giunta comunale del capoluogo i due progetti di fattibilità tecnica ed economica di entrambi gli edifici. Le strutture saranno recuperate e rese pienamente funzionali

Vibo, l’immobile di piazza Annarumma e l’ex Convitto saranno recuperati: ecco cosa si farà
L'immobile di proprietà comunale di Piazza Annarumma

L’immobile di proprietà di Palazzo Luigi Razza ubicato in piazza Annarumma, e in passato prima sede degli uffici comunali dell’Anagrafe e poi del comitato provinciale della Croce rossa italiana, nonché l’ex sede del Convitto annesso all’Istituto alberghiero di via Carlo Parisi saranno interamente recuperati e resi funzionali. Ma procediamo con ordine e andiamo al primo edificio. La giunta comunale di Vibo Valentia ha approvato in questo fine settimana il progetto di fattibilità tecnica ed economica degli interventi per il “Riuso e il recupero funzionale dell’immobile comunale situato in piazza Annarumma con annesso spazio esterno comune, in collegamento con attività di animazione sociale, partecipazione collettiva, nonché di inclusione sociale, con attivazione di servizi sociali innovativi di sostegno a persone particolarmente svantaggiate”. L’intervento prevede complessivamente una spesa di 547.894,59 euro ed è inserito nel Programma triennale delle opere pubbliche 2022-2024, illustrato in aula dall’assessore ai Lavori pubblici Giovanni Russo, approvato dal consiglio comunale il 24 maggio scorso. Responsabile unico del procedimento è l’ingegnere Lorena Callisti, tecnico dell’ente. [Continua in basso]

Il futuro dell’ex sede del Convitto

L?ex sede del Convitto di via Carlo Parisi

L’ex sede del Convitto annesso all’Istituto alberghiero di Vibo Valentia di via Carlo Parisi verrà, invece, trasformata in un Centro di aggregazione sociale. La giunta comunale del capoluogo ha, infatti, anche in questo caso, approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica degli interventi destinati proprio al recupero dell’immobile comunale costituito da due piani. La spesa complessiva è risultata essere pari a 1.100.000,00 euro. Responsabile unico del procedimento è stata indicata anche qui Lorena Callisti, tecnico alle dipendenze dell’assessorato ai Lavori pubblici Palazzo Luigi Razza. Pure il suddetto intervento è, inoltre, inserito nel Programma triennale delle opere pubbliche 2022-2024, predisposto dal titolare dei Lavori pubblici, approvato – come detto – dal consiglio comunale.

Iter avviato nel 2018 con il sì al Documento strategico

Il Comune di Vibo Valentia

Detti interventi erano stati inseriti dall’amministrazione comunale del capoluogo nel Documento strategico “Agenda urbana” della città di Vibo Valentia”, licenziato dalla giunta comunale il 5 giugno del 2018. Successivamente, con Decreto della giunta regionale, è stato approvato il quadro finanziario definitivo delle strategie delle Aree urbane di dimensioni inferiori, tra cui rientrava anche il Comune di Vibo Valentia, e sottoscritto con la Regione Calabria il Protocollo d’intesa. Era il 18 settembre del 2018. Il 24 giugno dell’anno successivo, ossia nel 2019, la giunta di Palazzo Luigi Razza ha, invece, approvato i documenti aggiornati del Documento strategico di “Agenda Urbana” della città di Vibo Valentia, a valere sul Por Calabria 2014/2020, e trasmessi alla Regione Calabria. Con un ulteriore Decreto della giunta regionale, il  26 ottobre 2020 è stata approvata la revisione del programma, a seguito della quale è stata garantita la copertura finanziaria delle operazioni selezionate nell’ambito della Strategia urbana di sviluppo sostenibile, aree urbane minori, mentre  con un altro Decreto della giunta regionale, l’11 agosto 2021 è stato approvato l’elenco degli interventi delle Aree Urbane di dimensione inferiore, il nuovo Piano finanziario, lo schema  dell’Accordo di programma per l’attuazione della strategia di sviluppo urbano, demandando ai Dipartimenti regionali competenti tutti gli adempimenti conseguenziali.

L’ultimo accordo di programma sottoscritto con la Regione nel 2021

Il 7 settembre 2021 è stato, quindi, sottoscritto l’Accordo di programma tra la Regione Calabria e l’Area urbana di dimensione inferiore di Vibo Valentia. «Il suddetto Accordo di programma – è scritto nelle due delibere licenziate dall’esecutivo Limardo – demandava alla stipula di un’apposita convenzione di finanziamento, da sottoscrivere per ciascun intervento, con l’individuazione dei compiti dei settori responsabili delle azioni». Quindi, è stata sottoscritta con la Regione Calabria-Dipartimento transizione digitale e attività strategiche la suddetta convenzione, inerente gli interventi per il “Riuso e recupero funzionale dell’immobile comunale situato in piazza Annarumma con annesso spazio esterno comune, in collegamento con attività di animazione sociale e partecipazione collettiva nonché all’inclusione sociale con attivazione di servizi sociali innovativi di sostegno a persone particolarmente svantaggiate” e successivamente gli “Interventi di  recupero di immobile comunale per la realizzazione di un centro di aggregazione sociale”.

LEGGI ANCHE : Servizi: il Comune di Vibo aderisce ad Asmel per avere “aiuto” gestionale e tecnologico

Scuola Vibo, per le famiglie arriva l’app per gestire la mensa e lo scuolabus

Vibo Valentia, alberi abbattuti e mai ripiantati: il M5S chiede spiegazioni a sindaco e assessore

Articoli correlati

top