martedì,Giugno 25 2024

Scuola di Polizia di Vibo senza corsi: la maggioranza si appella a Wanda Ferro

I consiglieri Domenico Console (Forza Italia), Geraldo Termini (Città Futura) e Leoluca Curello (Fratelli d’Italia) intervengono dopo l’allarme lanciato dal segretario provinciale del Siulp

Scuola di Polizia di Vibo senza corsi: la maggioranza si appella a Wanda Ferro
Wanda Ferro (FdI)

«L’allarme lanciato dal segretario provinciale del Siulp, che va il nostro apprezzamento per l’attenzione richiamata, non può restare privo di ascolto. L’esclusione dell’unica Scuola allievi del Sud dai previsti corsi di formazione costituisce, laddove la notizia fosse riscontrata, una decisione fortemente pregiudizievole, per Vibo Valentia prima e per l’intera Regione Calabria dopo. Un segnale negativo per la Scuola e per il territorio calabrese, questa decisione diramata dal Dipartimento di pubblica sicurezza del Ministero dell’Interno che, oltre a sancire l’esclusione dalla rosa delle sei scuole scelte per l’avvio del corso di formazione, mette in discussione la reale volontà di mantenere presidi e simboli di legalità in un territorio che ne ha invece enorme bisogno. A ciò si aggiunga che la decisione appare anche incomprensibile alla luce delle spese di affitto che il ministero sostiene per mantenere in vita la più grande struttura di questa natura dell’intero mezzogiorno». Così i capigruppo consiliari di maggioranza al Comune di Vibo Valentia Domenico Console (Forza Italia), Gerlando Termini (Città Futura) e Leoluca Curello (Fratelli d’Italia). [Continua in basso]  

«Siamo sicuri – aggiungono – che l’onorevole Wanda Ferro, dall’alto del ruolo che riveste all’interno dell’interessato Dicastero, non perderà occasione di dare fattiva testimonianza di attaccamento ed interessamento per le sorti di questo territorio e di questa regione, intervenendo nei modi e nelle forme tempestive per impedire gli effetti pregiudizievoli, in termini economici e per i presidi di legalità sempre necessari a queste latitudini, in territorio che la stessa Ferro sa quanto sia fragile e questa decisione ad oggi appare veramente insensata».

LEGGI ANCHE: Vibo, la scuola di Polizia esclusa dai corsi di formazione per gli allievi agenti

Articoli correlati

top