giovedì,Febbraio 29 2024

Ex Italcementi Vibo Marina, Stefano Soriano denuncia lo stato di abbandono

Il capogruppo del Pd in consiglio comunale sottolinea le criticità del sito rimaste irrisolte ed evidenzia l'immobilismo decennale della politica locale e regionale

Ex Italcementi Vibo Marina, Stefano Soriano denuncia lo stato di abbandono
L'ex Italcementi di Vibo Marina
Stefano Soriano

“A distanza di oltre dieci anni dalla sua chiusura l’ex-cementeria di Vibo Marina versa ormai in condizioni di totale abbandono. L’azienda proprietaria del terreno, dopo aver smontato e trasferito tutto ciò che poteva essere riutilizzato in altri complessi industriali in suo possesso, ha solo chiuso i cancelli senza nemmeno provvedere ad un’eventuale bonifica del sito”. La denuncia arriva dal capogruppo del Pd in consiglio comunale, Stefano Soriano, che prosegue il suo viaggio tra città capoluogo e frazioni per denunciare, appunto, le criticità non risolte dalla politica locale e regionale. In quest’ultima tappa l’esponente democrat si è occupato di quello che fu un tempo un riferimento a livello industriale per tutto il territorio, in grado di offrire lavoro a centinaia di persone e sostentare, così, le rispettive famiglie. Oggi, il sito versa in totale abbandono e non si sa se mai verrà riutilizzato. [Continua in basso]

Sono passati ormai oltre dieci anni da quando l’imponente stabilimento della frazione costiera fermò la produzione di calcestruzzo che esportava in una larga fetta della Penisola. Nel corso del tempo diversi rappresentanti del mondo politico, sindacale e dell’associazionismo vibonese, hanno dibattuto su come riattivare il sito industriale, tra riconversioni e progetti innovativi apparsi ai più inverosimili, tant’è che della realizzazione di un parco polivalente che richiedeva ingenti investimenti da oltre due anni non si parla più. Chiaro è che quelle costruzioni rappresentano esteticamente un pugno in volto sferrato a tutto braccio. Rilevare l’area non è nelle possibilità economiche del Comune, ma forse un altro ente potrebbe avere interesse ad intervenire: la Regione. Ed è soprattutto a quest’ultima che Soriano si rivolge anche alla luce del fatto che recentemente un comunicato diramato dagli uffici amministrativi regionali recitava che presto verrà convocato un tavolo tecnico-istituzionale, con la partecipazione di tutti i soggetti coinvolti, per verificare le possibili strategie attuabili per il recupero produttivo del sito e che tale organismo avrà in prima battuta come interlocutore il Comune di Vibo e di seguito il  Commissario della Zona economica speciale (Giosy Romano), i vari dipartimenti regionali dell’Arpacal e le imprese, e che solo in secondo momento potranno entrare in scena anche i diversi attori a livello nazionale quali Ministero delle Imprese e Invitalia.  

Tuttavia, il capogruppo del Pd, nel suo intervento, ha lanciato sonore critiche alla politica locale e, in particolare, a tutte le amministrazioni comunali di centrodestra succedutesi dal 2010 ad oggi: “La classe politica regionale, ma soprattutto quella vibonese che ha amministrato negli ultimi dieci anni, dovrebbe comprendere che è giunto il momento di dare un futuro a questa realtà. – ha affermato – É finito il tempo delle promesse elettorali e dei sogni irrealizzabili, ma, al  contrario, è l’ora dei fatti da presentare ai cittadini. Sono tuttavia convinto che proprio il dibattito che si sta sviluppando attorno alla ex Italcementi è molto importante e potrebbe favorire un concreto sviluppo soltanto se i diversi attori, Comune e Proprietà in primis, riusciranno a condividere nuovi progetti dopo oltre dieci anni di immobilismo”.

LEGGI ANCHE: Ex Italcementi Vibo Marina, Mammoliti (Pd) interroga Varì e chiede «interventi urgenti»

Ex Italcementi di Vibo Marina, Mammoliti porta il caso alla Regione: «Invertire l’abbandono»

Ex Italcementi: le idee della Pro Loco di Vibo Marina per la riconversione

Ex Italcementi, Lo Schiavo: «Si scelga Vibo Marina per la centrale all’idrogeno. È già nel Piano»

Ex Italcementi, Scalese (Cgil) chiede «dignità» per Vibo Marina e invita a incontrare la proprietà

Articoli correlati

top