lunedì,Aprile 22 2024

Opere pubbliche a Vibo, Santoro (M5s): «Solo annunci e soldi sprecati, la giunta non ha una vera strategia»

Il capogruppo del Movimento cinque stelle dopo la conferenza stampa del sindaco Limardo e i suoi: «Enfatizzano il loro lavoro come straordinario ma dovrebbe essere normale per chi è stato eletto dai cittadini»

Opere pubbliche a Vibo, Santoro (M5s): «Solo annunci e soldi sprecati, la giunta non ha una vera strategia»
La Scala mobile di via degli Artigiani in una foto di archivio
La conferenza stampa al Comune di Vibo sulle opere pubbliche

«Anche questa volta si tratta di semplici dichiarazioni senza date di inizio o di fine lavori per le incompiute e per i nuovi da effettuare». Così in una nota il capogruppo del M5s al Comune di Vibo Valentia Domenico Santoro, che parla di «annuncite» in relazione alla conferenza stampa tenutasi pochi giorni fa a Palazzo Luigi Razza nel corso della quale l’amministrazione comunale ha illustrato gli interventi conclusi, avviati e programmati sul fronte delle opere pubbliche. «100 milioni di lavori pubblici a rischio di essere sprecati, poiché non utili ad una città moderna – argomenta Santoro -. Ma ad eccezione dei lavori delle scuole, questa è la risultanza del lavoro della giunta comunale. L’esempio dello spreco: avremo una piazza Spogliatore forse più bella, ma nessuno può credere che il suo restyling riporterà i negozi pieni su corso Vittorio Emanuele. Ed invece l’obiettivo doveva essere proprio quello». [Continua in basso]

Domenico Santoro

Spiega ancora l’esponente del Movimento 5 stelle: «In particolare l’amministrazione ha deciso di dividere i fondi ricevuti in tanti piccoli progetti anziché creare un grosso catalizzatore economico attrattore di investimenti anche privati (ad esempio: un acquario a VM (Genova), un museo arte contemporanea con sede anche all’aperto (Bilbao), il recupero del cementificio ai fini turistici, ecc). Sì, forse questa destra desidera essere votata per questi piccoli progetti determinati alla politica del beneficio individuale, ma i cittadini vibonesi rimarranno poveri e i loro figli dovranno emigrare come sempre. L’annuncite ha enfatizzato il normale lavoro della giunta come super straordinario, ma che dovrebbe essere normale per chi è stato eletto dai cittadini. Ed inoltre hanno sostenuto di avere una strategia comune per tutti i lavori, attraverso un Piano strategico, quest’ultimo annunciato ma mai visto e soprattutto mai discusso. Addirittura noi consiglieri non siamo stati in grado di avere copie di tutti i progetti previsti e né sono stati pubblicati su Internet a conoscenza dei cittadini».

Secondo Santoro, «su internet pubblicano solo gli elenchi dei titoli dei progetti e non i progetti, in modo tale da non essere giudicati nel merito, mentre è chiara la necessità di capire “chi controlla il controllore” dati i tanti errori già compiuti. Da citare la strada di Longobardi (non ancora finita e mai collaudata ufficialmente) e il controllo dei lavori stradali dell’ultimo intero anno, che stanno procurando tanti danni agli automobilisti. In realtà si parla di “rigenerazione”, ma rigenerare non significa restyling, ma ridare funzioni e nuovi ruoli economici, nuove forme di cultura come quelle artistiche. Queste ultime, per nulla menzionate dalla sindaca e dagli assessori, sono fortemente auspicate dalla legge che mette persino a disposizione, in ogni appalto, il 2% dell’importo lavori. Immaginate quante opere artistiche si potrebbero realizzare con il 2%. Ma – conclude il capogruppo M5s -, questa Giunta intende i lavori pubblici come mera spesa pubblica e non come reale servizio ai cittadini, non ha una vera strategia, ad esempio per mitigare il traffico con piste ciclabili e un efficiente servizio pubblico di mobilità. In realtà sono stati ultimati solo una parte dei lavori delle altre amministrazioni, ma rimangono delle giganti incompiute (scala mobile, teatro, ecc). Per ultimo vi è da evidenziare che quattro anni non sono bastati per il Piano di recupero del quartiere Pennello, per i lavori PISU (progetto integrato sviluppo urbano) del lungomare e per le vendite dei terreni».

LEGGI ANCHE: Opere pubbliche a Vibo, Limardo: «Abbiamo messo in moto una macchina da 100 milioni di euro» – Video

Comune di Vibo e conti in rosso, liquidati i compensi mensili ai consiglieri ma nessuna pubblicità sulle presenze

Articoli correlati

top