Elettrosmog, l’opposizione interroga il sindaco di Ionadi

Una richiesta di tipo precauzionale, volta a tutelare la salute pubblica, è stata inoltrata dai consiglieri di minoranza al primo cittadino. Chiedono di «avviare un monitoraggio»

Una richiesta di tipo precauzionale, volta a tutelare la salute pubblica, è stata inoltrata dai consiglieri di minoranza al primo cittadino. Chiedono di «avviare un monitoraggio»

Informazione pubblicitaria
Il Comune di Ionadi
Informazione pubblicitaria

Il gruppo di minoranza Progetto Comune per Ionadi, con un’apposita interrogazione consiliare indirizzata al sindaco e, per conoscenza, all’assessore ai Lavori pubblici e all’assessore all’Ambiente, ha portato in primo piano la questione dell’inquinamento elettromagnetico.

Informazione pubblicitaria

Nello specifico, il gruppo consiliare composto da Fortunato Gentile, Fabio Signoretta, Rosamaria Gullì e Saverio Cirianni, ha interrogato il sindaco, chiedendo «se è stata valutata la possibilità di installare un dispositivo per il monitoraggio delle onde elettromagnetiche che controlli in maniera continuativa l’intensità delle onde emesse, al fine di effettuare tutta una serie di verifiche dirette ad accertare l’effettiva osservanza delle normative vigenti in materia».

Una richiesta di tipo precauzionale, volta a tutelare la salute pubblica. Una richiesta che, spiega l’opposizione, «a differenza di quanto affermato da un consigliere ormai non più appartenente al gruppo di maggioranza, dimostra come il gruppo di minoranza non si sia mai fermato nel suo serio lavoro al servizio della comunità, come d’altronde dimostrato anche in sede dell’ultimo consiglio comunale dove è stato portato avanti un emendamento proposto proprio dal nostro gruppo sul Regolamento generale delle entrate».