Ancora un Consiglio deserto, la denuncia del gruppo Pd

Solo cinque consiglieri di maggioranza e nessun esponente della Giunta Costa in aula. Tra i punti all’ordine del giorno la variante allo strumento urbanistico per opere di sistemazione idrogeologica

Solo cinque consiglieri di maggioranza e nessun esponente della Giunta Costa in aula. Tra i punti all’ordine del giorno la variante allo strumento urbanistico per opere di sistemazione idrogeologica

Informazione pubblicitaria
L'aula del Consiglio semideserta

Ancora un consiglio comunale deserto. «Siamo alle solite, ancora una volta la maggioranza non si presenta in aula nonostante all’odg ci fosse la promozione di un Apq comportante variante al vigente strumento urbanistico comunale per l’approvazione del programma di sistemazione idrogeologica del fosso Rio Bravo- Calzone e delle opere stradali relative alla viabilità di accesso al nuovo ospedale. Deliberato prodromico e necessario per la realizzazione del nuovo nosocomio della nostra città».

È quanto denuncia in una nota il gruppo consiliare del Partito democratico di Vibo Valentia informando che alla seduta in programma questa mattina si sono presentati «solo 5 consiglieri di maggioranza in aula senza nessuna rappresentanza della giunta. A rispondere all’appello nelle fila del Pd vi erano Russo, Falduto, Fiorillo, Contartese, Pilegi, Roschetti, Tomaino, Massaria e la Ursida».

Per il gruppo c’è da constatare «ancora una volta la mancanza di garbo istituzionale ma ancora di più una maggioranza che ad appena un anno non riesce a garantire il democratico svolgimento dei lavori consiliari. A quanto pare oltre alla propaganda e alle fotografie auto celebrative – affermano i consiglieri -, l’amministrazione Costa non riesce ad andare. Non affronta e non risolve i problemi della nostra città, nonostante però non tardi ad inviare le cartelle dei tributi ai vibonesi. Tante, troppe le promesse fatte in campagna elettorale, nessuna delle quali mantenute ad oggi».