lunedì,Aprile 22 2024

Caro-scuola, Lo Schiavo: «Bene intervento Regione Calabria ma non è sufficiente»

Il consigliere regionale: «Spiace constatare che la misura di fatto escluda gli studenti delle scuole secondarie di primo grado»

Caro-scuola, Lo Schiavo: «Bene intervento Regione Calabria ma non è sufficiente»
Antonio Lo Schiavo

«Apprendo con favore della decisione della Giunta regionale, comunicata dalla vicepresidente con delega all’Istruzione Giusy Princi, di stanziare risorse da destinare all’istituzione di borse di studio a favore di studenti superiori meritevoli per contrastare il rincaro dei costi di libri e materiale didattico». È quanto afferma il consigliere regionale Antonio Lo Schiavo, presidente del Gruppo misto – Liberamente progressisti in merito all’annuncio dello stanziamento di risorse per 8 milioni di euro da parte della Regione per il contrasto al cosiddetto “caro-scuola”. «La Regione interviene così – aggiunge Lo Schiavo – ad integrare con fondi propri gli esigui finanziamenti ministeriali, decidendo di ampliare la platea dei beneficiari portando il limite Isee a 14mila euro contro i 6mila previsti dal voucher ministeriale. Esattamente ciò che io stesso ho chiesto nei giorni scorsi attraverso un’interrogazione rivolta proprio alla delegata all’istruzione. Mi fa piacere dunque che lo stimolo sia stato colto o quantomeno abbia contribuito a smuovere le acque unitamente agli appelli giunti da associazioni di rappresentanza che hanno focalizzato l’attenzione sull’aumento dei costi e sulle oggettive difficoltà di tante famiglie calabresi». «Spiace però constatare – sostiene il consigliere regionale – che la misura di fatto escluda gli studenti delle scuole secondarie di primo grado (le vecchie ‘medie’) cui non si è pensato di destinare ulteriori risorse rispetto a quelle già stabilite a livello ministeriale. Altro appunto da fare all’esecutivo regionale è sulla programmazione dell’intervento. Se questo fosse stato previsto per tempo, gli strumenti di sostegno alle famiglie avrebbero già in questa fase accompagnato i loro sforzi e alleggerito gli esborsi nell’imminenza dell’avvio delle lezioni. Sicuramente l’esperienza servirà ad adottare una programma più attento il prossimo anno, intanto è da apprezzare l’impegno teso a garantire la piena fruizione del diritto allo studio da parte degli studenti calabresi».

LEGGI ANCHE: Ultima giornata della Festa de l’Unità a Vibo, dibattito su salario minimo

Il Partito democratico torna a riempire le piazze: stasera tocca a Elly Schlein – Video

Turismo e cultura: Lo Schiavo avanza una proposta di legge per il Registro dei borghi marinari

Articoli correlati

top