sabato,Aprile 20 2024

Intimidazione al vescovo, Lo Schiavo: «La società civile vibonese faccia fronte comune»

Il consigliere regionale: «Estremamente preoccupante, e da non sottovalutare per nessuna ragione, quanto sta avvenendo nella provincia di Vibo»

Intimidazione al vescovo, Lo Schiavo: «La società civile vibonese faccia fronte comune»
Antonio Lo Schiavo

«Ritengo sia estremamente preoccupante, e da non sottovalutare per nessuna ragione, quanto sta avvenendo nella provincia di Vibo Valentia. Non passa giorno che non arrivi notizia della recrudescenza di fenomeni intimidatori, aggressioni e minacce ai danni di chi è più esposto sul fronte professionale, sociale e perfino religioso. Medici, infermieri, operatori culturali, uomini di Chiesa, sembrano essere divenuti ormai il facile bersaglio di chi tenta biecamente di sovvertire le regole della democrazia e della partecipazione alla vita pubblica. Ultima in ordine di tempo la vile intimidazione all’indirizzo del vescovo della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, monsignor Attilio Nostro, cui è stato recapitato un proiettile. Tale ignobile gesto è da rigettare con sdegno e tutta la società civile vibonese è chiamata ora a fare fronte comune per respingere ogni tentativo di
sopraffazione e minaccia. A monsignor Nostro e a tutti i sacerdoti destinatari di atti intimidatori
giunga la mia più aperta e solidale vicinanza». È quanto dichiara in un comunicato stampa il consigliere regionale Antonio Lo Schiavo, presidente del gruppo misto – Liberamente progressisti.

LEGGI ANCHE: Mileto, intimidazione al vescovo Attilio Nostro: bossolo all’interno della curia vescovile

Intimidazione al vescovo Nostro, Mangialavori: «È intollerabile quanto sta accadendo»

top