Fango allo svincolo di Mileto, il Comune impegna la Provincia sulla Sp10

Riunione in Municipio alla presenza di amministratori ed esponenti della società civile. Chiesto all’Ente intermedio di destinare i fondi già stanziati esclusivamente al ripristino della provinciale tra San Giovanni e l’A2
Riunione in Municipio alla presenza di amministratori ed esponenti della società civile. Chiesto all’Ente intermedio di destinare i fondi già stanziati esclusivamente al ripristino della provinciale tra San Giovanni e l’A2
Informazione pubblicitaria
Fanghiglia nei pressi dello svincolo di Mileto
Informazione pubblicitaria

Qualcosa si muove dopo la denuncia fatta nei giorni scorsi da Il Vibonese, sulla situazione di pericolo persistente all’imbocco dello svincolo autostradale di Mileto. A rendere fortemente critica la situazione, la fanghiglia presente fin sullo spiazzo dello snodo dell’A2 del Mediterraneo. Detriti e quant’altro provenienti dall’adiacente Strada provinciale 10, tra l’altro sulla carta chiusa al traffico veicolare dal 2009 nel tratto che dallo svincolo porta alla frazione San Giovanni. Nell’articolo si è, tra l’altro, messo in evidenza il rischio che i 250mila euro inizialmente previsti per cercare di rendere percorribile a regime ridotto il frangente interessato, vengano alla fine dirottati dalla Provincia sulla strada che da San Giovanni porta a Comparni e a Paravati. In constatazione di ciò, oggi, al riguardo, un incontro si è svolto nella cittadina normanna a Palazzo dei normanni, presenti il sindaco Salvatore Fortunato Giordano, il vicesindaco Domenico Pontoriero, il consigliere di minoranza Gianfranco Mesiano, il comandante di Polizia municipale Salvatore Ferrara e i componenti del Comitato civico, sorto anni fa proprio per la riapertura della Sp 10, don Roberto Carnovale e Antonio Grillo. Alla riunione doveva inizialmente partecipare anche il presidente della Provincia di Vibo Valentia Salvatore Solano, alla fine “assente per sopraggiunti impegni”. [Prosegue dopo la pubblicità]

Informazione pubblicitaria
Lo svincolo invaso dal fango

Dalla riunione nella sede municipale di Mileto è emersa la unanime convinzione che i fondi stanziati «debbano essere destinati esclusivamente al ripristino del tratto provinciale San Giovanni-Svincolo A2. Tale constatazione – si legge in una missiva inviata al termine dell’incontro al presidente e all’Ufficio tecnico della Provincia – discende dalla assoluta necessità di mettere in sicurezza detto tratto che ufficialmente è chiuso al traffico, ma di fatto viene percorso, oltre che dal traffico locale ed operatori economici che gravitano nel territorio comunale, anche da molti turisti, soprattutto nei mesi estivi. I presenti – si aggiunge – ritengono altresì che la somma destinata di 250mila euro possa essere bastevole per eseguire gli interventi di cui alla allegata relazione tecnica che si offre alla conoscenza degli uffici provinciali. L’amministrazione comunale di Mileto, allo scopo, si rende disponibile a supportare e/o sostituire l’attività tecnico-amministrativa per giungere alla conclusione e alla realizzazione delle opere». Nella lettera – sottoscritta da tutte le parti presenti all’incontro – si rende inoltre noto alla Provincia che il Comune, contattata l’Anas, «ufficio preposto al tratto autostradale dello svincolo di Mileto», ha nel frattempo avuto rassicurazioni circa un gratuito intervento di mezzi ed operai per la pulitura dell’area stradale posta all’uscita dello svincolo A2 di Mileto, interessata nei giorni scorsi dai noti fenomeni di dilavamento e trasporto in sede stradale di terreni vegetali». Da qui l’invito finale all’amministrazione provinciale «a voler contattare l’Anas per stabilire e autorizzare detti interventi».

LEGGI ANCHE: Pericoli sulla A2: svincolo di Mileto avvolto dal fango – Foto