Fondi ad una Onlus vibonese, Pitaro (Misto): «La Regione verifichi incongruenze»

Il consigliere regionale presenta un’interrogazione rivolta al presidente Santelli sulla scorta della denuncia di un associato
Il consigliere regionale presenta un’interrogazione rivolta al presidente Santelli sulla scorta della denuncia di un associato
Informazione pubblicitaria
La "Cittadella", sede della Regione Calabria

«Ad aprile 2019 con la delibera della Giunta regionale n. 5173 è stato riconosciuto in favore della “Fiat Lux Onlus” con sede a Vazzano, per il progetto “Sant’Onofrio del Chao o di Belforte e l’inculturazione della Fede nel mondo contemporaneo”, un contributo di 30mila euro con liquidazione dell’anticipazione di 21mila  euro».

È quanto si legge nella premessa di un’interrogazione del consigliere regionale Francesco Pitaro (Gruppo misto) rivolta alla Presidente della Regione Jole Santelli. «Considerato che un associato della “Fiat Lux” ha formulato istanza di accesso agli atti alla Regione – si premette nell’interrogazione – e chiesto alla “Fiat Lux” di avere copia degli eventuali atti deliberativi adottati; che lo stesso associato ha segnalato incongruenze nell’ambito dell’attività svolta dalla detta Onlus; che la Regione  il 17 marzo 2020 ha comunicato al procuratore dell’associato che “al fine di verificare quanto da lei segnalato, la liquidazione del saldo per l’attività svolta dall’associazione Fiat Lux Onlus rimane al momento sospesa”; che, inoltre, l’associato ha presentato formale denuncia/querela alle competenti autorità; che – è scritto sempre nell’interrogazione – occorre che la Regione eroghi i fondi pubblici in favore di soggetti aventi diritto e che abbiano richiesto la erogazione dei fondi alla luce di propri atti interni che siano regolari, corretti e legittimi e che occorre che la Regione eroghi i fondi pubblici solo a seguito di un procedimento amministrativo all’interno del quale sia svolta una compiuta istruttoria diretta ad accertare la legittimità della erogazione», il consigliere regionale formula due richieste.

La prima: «che la Regione valuti tutta la documentazione e tutti gli atti, anche a seguito della querela depositata dall’associato, al fine di verificarne la correttezza e la legittimità dell’erogazione delle somme in favore della Onlus Fiat Lux». Con la seconda Pitaro chiede «se il presidente della Regione abbia contezza di quanto avvenuto e se gli uffici regionali, con riferimento al presente caso, abbiano svolto o stiano svolgendo le necessarie verifiche al fine di garantire che i fondi regionali siano corrisposti solo e soltanto a soggetti che ne abbiano diritto».