martedì,Agosto 3 2021

Lungomare devastato e antenna a Coccorino, l’ex vicesindaco Ventrice invoca chiarezza

Il sito per l’installazione appartiene ad uno stretto congiunto di un assessore di Joppolo? Invito a Scaramozzino a proporre in giunta la costituzione di parte civile

Lungomare devastato e antenna a Coccorino, l’ex vicesindaco Ventrice invoca chiarezza

Pare che la politica locale si sia scrollata di dosso quell’assopimento che l’ha contraddistinta riguardo le vicende degli ultimi tempi. Di fronte, comunque, ad un intervento dell’opposizione che non sembra aggiungere né concretezza, né azioni veramente utili al chiarimento di vari aspetti, in un momento alquanto intricato, spicca l’azione portata avanti da alcuni componenti della maggioranza che, con richiesta indirizzata al presidente Florinda Albino, hanno voluto interessare il Consiglio comunale riguardo gli spregevoli lavori condotti sul lungomare di Coccorino.

Un’iniziativa che può risultare utile nell’ottica di accertare realmente come siano avvenuti i fatti, sempre che il legame politico dei tre, incardinati nel gruppo a supporto del sindaco, non ne mini la bontà delle intenzioni”. E’ quanto dichiara l’ex vicesindaco di Joppolo, Guido Ventrice, dopo l’ultima vicenda che ha riguardato la devastazione del lungomare di Coccorino ed il conseguente sequestro su iniziativa della Procura di Vibo Valentia. [Continua]

Guido Ventrice

Altre azioni più incisive, infatti, sarebbero potute già essere portate a termine, vista l’appartenenza di Ambrogio Scaramozzino quale membro della giunta comunale: pur interessando il Consiglio per una discussione pubblica sull’accaduto e in un’ottica di trasparenza, nel frattempo, avrebbe potuto proporre alla giunta comunale, competente in materia, la costituzione di parte civile, da loro stessi invocata, in un eventuale procedimento giudiziario e senza la preoccupazione di un possibile groviglio politico che potrebbe decretare il nulla di fatto. L’intervento, condotto nei termini attuali, potrebbe apparire – aggiunge Ventrice – come un semplice espediente per uscire da una difficoltà oggettiva. Niente più.

Una vicenda che sarebbe stato opportuno portare all’attenzione del Consiglio comunale è quella riguardante la pratica per l’installazione di un’antenna di telefonia nella frazione Coccorino, per cui alcuni cittadini, comprensibilmente preoccupati, hanno inoltrato richiesta di accesso agli atti in data 18 maggiosenza, ovviamente com’è in uso a Joppolo, ricevere riscontro alcuno.

Va sottolineato che la notizia dell’antenna – ricorda Ventrice – ha acquisito l’ufficialità, dopo l’intervento dei cittadini, per espressa ammissione del tecnico comunale Sabatino Panzitta, che dichiarava agli organi di stampa di aver chiesto, nelle more di un’attività istruttoria già in atto, integrazioni ai richiedenti l’autorizzazione.

Il consigliere Vittorio Vecchio, compartecipe riguardo le richieste al presidente Albino per la prossima seduta di Consiglio, dimostratosi assai sensibile ai tempi della vicenda dell’antenna installata a Joppolo, a ridosso degli anni 2012/2013 e conoscendo bene la materia, essendo stato con l’allora gruppo di opposizione promotore dell’approvazione, all’unanimità, di apposito Regolamento ancora oggi vigente, avrebbe potuto, e volendo potrebbe ancora, proporre la questione come argomento da trattare in sede di Consiglio comunale informandone, così, tutti i consiglieri e dimostrare di tenere alle esigenze reali della cittadinanza.

La vicenda, seppur oramai divenuta ufficiale, è importante che venga trattata al più presto al fine di chiarire molti punti ancora oscuri come, ad esempio, il sito proposto per l’installazione che, da voci sempre più insistenti, pare possa appartenere ad uno stretto congiunto di un assessore comunale joppolese. Fatto non di poco conto che, nelle fasi decisionali, potrebbe influire sull’imparzialità dell’amministrazione a discapito dell’interesse comune. Solo trattando questi casi in maniera approfondita ed esaustiva, senza che nel civico consesso vada in scena una farsa, in un clima di trasparenza e, se dovesse servire, forte e decisa contrapposizione a dinamichealquanto compromettenti, si potrà parlare – conclude l’ex vicesindaco – di vero risveglio della politica joppolese”.

LEGGI ANCHE: Scempio ambientale a Coccorino, sequestrato il lungomare e denunciati i responsabili

I lavori pubblici a Coccorino e l’uomo del clan Mancuso

Scempio ambientale a Coccorino, la politica cerca risposte dal sindaco di Joppolo

Disastro a Coccorino e al Comune di Joppolo, l’affondo della minoranza

Scempio a Coccorino: collina sventrata, materiale sulla spiaggia – Video

Lungomare devastato a Coccorino, scatta il sequestro – Video

top