Congresso Pd, domani la presentazione della “mozione” Insardà

L’area “censoriana” scalpita arrivare al voto «nel più breve tempo possibile nel pieno rispetto delle regole». Per questo l’assemblea sarà chiamata a sottoscrivere un apposito documento.

L’area “censoriana” scalpita arrivare al voto «nel più breve tempo possibile nel pieno rispetto delle regole». Per questo l’assemblea sarà chiamata a sottoscrivere un apposito documento.

Informazione pubblicitaria

Si terrà domani, venerdì 20 novembre, alle 17, nella sala consiliare della Provincia di Vibo Valentia, l’iniziativa precongressuale promossa dall’area “censoriana” del Partito democratico vibonese. L’iniziativa, alla quale è stata preannunciata la partecipazione di dirigenti, sindaci e amministratori del Pd, servirà soprattutto per tenere a battesimo la candidatura dell’ex assessore comunale e dirigente del partito, Enzo Insardà, alla segreteria provinciale Pd.

Informazione pubblicitaria

L’appuntamento sarà presieduto dal segretario provinciale uscente Michele Mirabello e concluso dal deputato Bruno Censore. La stessa iniziativa è ufficialmente finalizzata ad «elaborare, attraverso un dibattito aperto a tutti gli iscritti ed in particolar modo agli amministratori locali, la piattaforma programmatica e la base della mozione congressuale su cui verrà incardinata la candidatura a segretario di Enzo Insardà».

Pertanto si preannuncia la sottoscrizione da parte dei «democratici vibonesi, di un documento comune, unitario ed aperto» in cui si chiederà che «nel più breve tempo possibile, ultimate le procedure necessarie nel pieno rispetto delle regole, il partito vada al congresso e conseguentemente la guida dei democratici venga affidata ad un nuovo segretario e a rinnovati organismi dirigenti».