Quegli spogliatoi sporchi e fuorilegge all’ospedale di Vibo – Video/Foto

Infermieri ed operatori socio sanitari costretti in locali stretti, degradati e privi dei più basilari standard di sicurezza

Infermieri ed operatori socio sanitari costretti in locali stretti, degradati e privi dei più basilari standard di sicurezza

Informazione pubblicitaria

Una situazione di degrado che va avanti da anni. Siamo all’ospedale “Jazzolino” di Vibo Valentia nei locali dell’ex centro trasfusionale dinanzi agli ambulatori di oculistica. Qui i locali sono abbandonati da tempo e necessitano di una ristrutturazione totale. Vengono impropriamente utilizzati quali spogliatoi per gli infermieri e gli operatori socio sanitari, da sempre in prima linea all’interno dell’ospedale. Differenze non da poco con altri locali utilizzati da altro personale che dispone invece di stanze chiuse con bagni e doccia. Una situazione, quella dell’ex centro trasfusionale, che naturalmente contrasta con le leggi vigenti in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, basta pensare che la normativa prevede bagni divisi per sesso se i lavoratori sono più di cinque. I locali vengono invece utilizzati da oltre cinquanta infermieri ed operatori socio sanitari e non mancano le divise sporche di sangue ed altri liquidi biologici. Un luogo che dovrebbe quindi essere un modello per pulizia ed igiene e che invece continua a restare in condizioni a dir poco vergognose e soprattutto insicuro. Una situazione di degrado e anche di pericolo, quindi, che mette a rischio la stessa salute degli infermieri e l’incolumità di quanti si trovano a utilizzare tali locali. Lavoratori che di certo non hanno alcuna voglia di continuare ad essere considerati di serie B dall’Azienda sanitaria provinciale.  

Informazione pubblicitaria