venerdì,Giugno 14 2024

Ospedale di Serra, riparte l’ambulatorio di Ginecologia: 24 visite nel primo giorno

Il sindaco Barillari: «È un inizio che non risolve i problemi della sanità territoriale ma segna una inversione di tendenza»

Ospedale di Serra, riparte l’ambulatorio di Ginecologia: 24 visite nel primo giorno
L'ospedale di Serra San Bruno

Sono partite ufficialmente ieri le attività dell’ambulatorio di Ginecologia ed Ostetricia presso il quale è possibile effettuare indagini come pap-test, ecografia e visita ginecologica-ostetrica. Nel primo giorno sono state effettuate dal dottor Vincenzo Mangialavori 24 visite che hanno segnalato il riavvio di un percorso interrotto negli anni addietro. Lo rende noto il Comune. «È un inizio – ha commentato il sindaco Alfredo Barillari – che non risolve i problemi della Sanità nel nostro territorio, ma che segna un’inversione di tendenza né semplice né scontata. Da vent’anni il ‘San Bruno’ subisce un continuo depauperamento, un’emorragia di servizi che adesso deve essere interrotta. Lontani dalla politica degli annunci sterili, in questa prima parte della consiliatura abbiamo lavorato in silenzio e a testa bassa, cominciando a raccogliere i risultati. La riapertura dell’ambulatorio di Ginecologia ed Ostetricia è infatti un primo obiettivo centrato».

Il primo cittadino ha infatti sottolineato che «per questo tipo di indagini non sarà più necessario recarsi in altre sedi sopportando i relativi disagi» poiché a Serra «c’è nuovamente un punto in cui è possibile ricevere delle risposte sanitarie». «Conosciamo bene le esigenze del territorio e la complessità della situazione della Sanità nazionale e regionale – ha concluso Barillari – ma siamo in campo e ci battiamo quotidianamente per la difesa dei diritti della comunità delle Serre. Siamo convinti che i cittadini abbiamo compreso questi sforzi compiuti fra tante difficoltà e che continueranno a dimostrarci il loro sostegno per come stanno facendo costantemente».

LEGGI ANCHE: Sanità nel Vibonese, domani l’incontro con il commissario dell’Asp

Dal caos ticket ai servizi sanitari carenti, Cittadinanzattiva Vibo: «Utenti allo sbando»

Articoli correlati

top