lunedì,Luglio 22 2024

A Roma prestigioso incarico per il medico vibonese Giuseppe Colloca

Lo specialista del Policlinico Gemelli, nato a Mileto, è il nuovo presidente eletto della sezione Lazio della Società italiana di Gerontologia e Geriatria

A Roma prestigioso incarico per il medico vibonese Giuseppe Colloca

Prestigioso incarico per il medico vibonese Giuseppe Ferdinando Colloca. Nato e cresciuto a Mileto, il 46enne specialista del Policlinico “A. Gemelli” è stato nominato presidente eletto della sezione Lazio della Società italiana di Gerontologia e Geriatria. La Sigg è stata fondata il 28 aprile del 1950 su  iniziativa del professore Enrico Greppi (Clinico medico dell’Università di Firenze), con lo scopo di promuovere e coordinare gli studi sulla fisiopatologia della vecchiaia, nonché quello di affrontare anche nei suoi aspetti di ordine sociale il grave e complesso problema della vecchiaia. A reggere la presidenza venne chiamato lo stesso Greppi, che mantenne tale carica fino alla sua morte avvenuta nel febbraio 1969. Oggi la Società è la realtà cardine per gli specialisti del settore, in ambito nazionale. Attualmente il dottore Colloca è anche membro del direttivo nazionale dello stessa Sigg, nonché responsabile dell’Unità operativa di Fragilità oncologica e del servizio di Oncogeriatria presso Gemelli Art, Fondazione del Policlinico Gemelli. Tra gli incarichi che riveste, anche quelli di docente presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, direttore dell’advance postgraduate course in Geriatric Oncology della Siog e membro del direttivo e segretario del Gioger, Gruppo italiano oncologia geriatrica. Laureatosi all’Università Cattolica nel 2001, con il massimo dei voti e la lode, l’anno dopo ha conseguito, sempre con la lode, l’incarico presso il Policlinico Gemelli. Dalla sua vanta anche esperienze e ricerche negli Stati Uniti e in Spagna e un gran numero di pubblicazioni scientifiche e di partecipazioni, nella veste di relatore, a convegni internazionali. Pur vivendo stabilmente a Roma,  tuttavia l’insigne medico vibonese mantiene uno stretto legame con la sua terra natia, dove tra l’altro ancora vivono i genitori. Di lui, oltre alla bravura nel campo della medicina, colpisce l’umanità e la disponibilità nei confronti dei pazienti che si recano numerosi al Gemelli, tanti provenienti dalla provincia di Vibo Valentia e dal resto della Calabria.

LEGGI ANCHE: Neurologo calabrese a capo della prima edizione di elettroneuromiografia digitale

Alfredo De Nardo è il nuovo Direttore responsabile della Cardiologia – Utic di Vibo

top