Coronavirus e boom di casi nel Vibonese, chieste le dimissioni del commissario dell’Asp

Umanesimo sociale con il dottore Domenico Consoli e Umberto Buccarelli, l’ex sindaco Elio Costa ed il Partito democratico elencano molteplici omissioni
Umanesimo sociale con il dottore Domenico Consoli e Umberto Buccarelli, l’ex sindaco Elio Costa ed il Partito democratico elencano molteplici omissioni
Informazione pubblicitaria
Giuseppe Giuliano
Il primario di Neurologia Domenico Consoli
Il primario emerito Domenico Consoli

«Dimissioni immediate del dott. Giuseppe Giuliano da commissario dell’Asp di Vibo e di quanti ad ogni latitudine geografica o di responsabilità non si sono determinati in maniera consequenziale al decreto rilancio». E’ quanto chiede il coordinamento dell’associazione Umanesimo Sociale con il coordinatore Domenico Consoli, il componente della direzione Umberto Buccarelli, Elio Costa fondatore Comitato “Ambiente e Legalità”, Enzo Insardà, Michele Mirabello (rispettivamente segretario della Federazione provinciale del Pd e dirigente della Federazione), Stefano Luciano capogruppo Pd in Consiglio comunale e Raffaele Mammoliti del coordinamento regionale del Pd. [Continua]

Elio Costa

Nel prendere tristemente atto dell’escalation dell’infezione Covid del nostro territorio, considerato che tanto è da ascriversi a responsabilità organizzative imputabili al management dell’Asp di Vibo Valentia – seppur non esclusivamente -, che non ha garantito la possibilità di processare tempestivamente in loco i tamponi (fatto salvo che per poco più di una decina al giorno) e che neppure alternativamente è ricorso a procedure più immediate e di basso costo (tamponi rapidi ).

Stefano Luciano

Considerato – scrivono – che poco o nulla si è determinato in maniera consequenziale al decreto rilancio, così contribuendo all’esponenziale propagarsi dell’infezione e atteso fra l’altro che mai come quest’anno le vaccinazioni hanno subito ritardi non tollerabili e riprovevoli; valutato il modello organizzativo complessivo che è risultato insufficiente, perché omissivo, rispetto alle necessità di risposta all’emergenza Sanitaria del nostro territorio ecco la richiesta di dimissioni del commissario dell’Asp, Giuseppe Giuliano, anche perché “qui  ci si ferma in quanto l’elenco delle omissioni potrebbe oltremodo allungarsi”.