Emergenza Covid, ad Arena test rapidi per le categorie più esposte

I tamponi effettuati su iniziativa dell’Amministrazione comunale. Analoga procedura a Serra e Dasà e in fase di avvio anche ad Acquaro
I tamponi effettuati su iniziativa dell’Amministrazione comunale. Analoga procedura a Serra e Dasà e in fase di avvio anche ad Acquaro
Informazione pubblicitaria

«Nella giornata odierna, come preannunciato nei giorni scorsi, è partito lo screening attraverso tamponi rinofaringei a risposta rapida che in questa fase ha riguardato prioritariamente i soggetti impegnati a garantire i servizi essenziali ai sensi del Dpcm del 03.11.2020, e quindi le figure potenzialmente più esposte (dipendenti e operatori degli uffici pubblici, operatori sanitari, commercianti e pendolari che operano in comuni dove si sono registrati contagi)».

È quanto fa sapere, con una nota, il sindaco di Arena Antonino Schinella. «L’iniziativa – si aggiunge – è stata svolta grazie alla fattiva collaborazione del dottor Vincenzo Grenci, dell’infermiere Franco Calabrese, della biologa Lella Lopresti e dei volontari della PromoArena, cui va il sentito ringraziamento dell’Amministrazione comunale e oggi ha riguardato 32 nuclei familiari. I test, fortunatamente, hanno dato tutti esito negativo. Arena, dunque, continua ad essere comune “Covid free”. Lunedì riprenderà lo screening, ma s’invita la cittadinanza al fine di non rendere vani tutti gli sforzi atti al contenimento e alla prevenzione della salute pubblica, a non abbassare la guardia e a mantenere ancora e di più un comportamento responsabile. Intanto, consentiteci di ringraziare, con estrema soddisfazione, tutti i cittadini che con grande senso civico hanno partecipato all’iniziativa. In particolare, ai gestori delle attività commerciali e artigianali che hanno aderito e che si sono sottoposti e/o sottoporranno al test, con la speranza che sia di esempio per coloro i quali, probabilmente, hanno anteposto ragioni economiche e personali alla salute pubblica».

Analoga iniziata è stata adottata anche dai Comuni di Serra San Bruno e Dasà ed è in rampa di lancio ad Acquaro, secondo quanto riferito dal sindaco Giuseppe Barilaro. «Mi sto attivando per effettuare un monitoraggio della diffusione del virus Covid 19 nel comune, frazioni comprese. Abbiamo avviato una tempestiva indagine di mercato per la fornitura e somministrazione di test rapidi rino-faringei. Su base volontaria ad ogni cittadino residente verrà data la possibilità di sottoporsi all’esame. I tamponi saranno eseguiti in un locale nel nostro Comune».