sabato,Maggio 8 2021

San Nicola da Crissa, lo screening raggiunge quota 1500 tamponi

Sinergia tra Amministrazione comunale, associazioni e donatori privati per la realizzazione della campagna di controllo sulla popolazione. Il sindaco Condello: «Solidarietà e collaborazione valori importanti»

San Nicola da Crissa, lo screening raggiunge quota 1500 tamponi

Prosegue l’attività di screening con tamponi antigenici rapidi avviata dall’Amministrazione comunale di San Nicola da Crissa fin dal mese di novembre e giunta ad oggi a circa 1500 tamponi effettuati. Inizialmente sono state sottoposte a tampone le categorie più esposte al rischio di contagio: forze dell’ordine, personale sanitario, dipendenti comunali, esercenti, personale della Rsa e coloro che hanno per lavoro frequenti contatti all’esterno della comunità.

Successivamente due focolai nel territorio, velocemente individuati proprio grazie ai tamponi rapidi, hanno indotto il sindaco Giuseppe Condello ad avviare un controllo più esteso, arrivando così a testare la maggior parte dei nuclei familiari. L’Amministrazione di San Nicola da Crissa ha potuto effettuare più di mille tamponi grazie alla generosa donazione della Enercrissa, società operante sul territorio nel settore energetico, nella persona dell’amministratore delegato ingegner Illuminato Bonsignore.

Indispensabile, altresì, il lavoro qualificato e gratuito del personale sanitario, che generosamente ha donato il proprio tempo al servizio della comunità, in particolare il dottor Vito Carnovale, il dottor Sergio Martino e la dottoressa Paola Martino. L’aspetto organizzativo e logistico è stato curato dai ragazzi del servizio civile del Centro Studi Futura e dai consiglieri comunali Sandro Boragina e Giovanni Malfarà.

Da dicembre in poi, in vista dei rientri per il periodo natalizio, l’Amministrazione ha proseguito l’attività di controllo e tracciamento offrendo a tutti i concittadini provenienti da altre regioni la possibilità di effettuare tamponi gratuiti, previa registrazione sul portale comunale. La scuola è stata oggetto di particolari attenzioni, per garantire che il rientro a gennaio avvenisse in sicurezza sia per i bambini che per il personale scolastico. A tal fine, in accordo con il dirigente scolastico dottor Pasquale Barbuto, è stata offerta a studenti e personale scolastico la possibilità di sottoporsi a tampone gratuito presso la cittadella scolastica.

Infine, in concomitanza con l’avvio della didattica in presenza per le scuole superiori, anche gli studenti che viaggiano quotidianamente in direzione Vibo Valentia e Serra San Bruno sono stati sottoposti a tampone rapido: nelle intenzioni dell’amministrazione ripeteranno tale test periodicamente a tutela delle famiglie e di tutta la comunità.

Gli screening per le scuole di ogni ordine e grado sono stati resi possibili dalla generosa fornitura di tamponi rapidi che la cooperativa Stella del Sud – rappresentata dal Nicola Marchese – ha reso disponibile per la comunità sannicolese.

Anche il parroco padre Michele Cordiano ha attivamente collaborato in tutte le attività espletate, garantendo supporto ed assistenza alle persone colpite da Covid 19 ed alle loro famiglie. «Tutto ciò dimostra – dice il sindaco Condello – che la collaborazione, la solidarietà, l’impegno civico, il senso del dovere e le buone pratiche di prevenzione sono risorse e valori importanti per le piccole comunità come la nostra, da incentivare e custodire».

Articoli correlati

top