domenica,Giugno 20 2021

A Tropea il ventesimo giardino della memoria per le vittime del Covid

Tre piante d'olivo sono state piantate nel cortile della scuola Don Mottola. L'iniziativa è dell'associazione Valentia

A Tropea il ventesimo giardino della memoria per le vittime del Covid

È sorto a Tropea il ventesimo giardino della memoria: nel cortile della scuola Don Mottola ieri pomeriggio sono stati piantumati tre alberi d’olivo per ricordare chi non ce l’ha fatta ed ha perso la battaglia contro il Covid-19. L’attività è stata realizzata con i proventi del libro “Storie da ricordare – Grandi imprese e solidarietà ai tempi del Coronavirus”, frutto del progetto di Associazione Valentia mirato a raccogliere le testimonianze di piccoli e grandi imprenditori, del panorama politico, economico e sociale nazionale.

All’evento, oltre ad alcuni studenti, hanno partecipato il sindaco Giovanni Macrì e il vicesindaco in rappresentanza dell’amministrazione comunale di Tropea, il coordinamento delle Consulte Provinciali Studentesche della Calabria con la responsabile regionale Franca Falduto, il dirigente scolastico dell’Ic Don Mottola Francesco Fiumara e il presidente dell’Associazione Valentia Anthony Lo Bianco che ha sottolineato: «Piantare un albero è un gesto importante, un segno capace di attraversare il tempo».

Franca Falduto ha ringraziato gli studenti e i genitori presenti, che hanno «impreziosito questo emozionante momento di crescita dell’intera comunità». «In un 9 maggio – ha detto – che ci ha fatto riflettere, tra i tanti valori, anche sul concetto della vera Giustizia grazie alla beatificazione del giudice Livatino, ricordando quanto sia determinante che ognuno di noi compia straordinariamente bene ogni azione quotidiana senza andare alla ricerca di iniziative straordinarie per essere una “persona giusta”. E, quindi, oggi, grazie all’Associazione Valentia in sinergia con le Consulte studentesche, il dirigente Fiumara ed il sindaco Macrì che tempestivamente si sono adoperati per realizzare questa piccola ma al contempo grande impresa, ci proponiamo di offrire il nostro contributo ispirati dal fulgido esempio di coloro che oggi vogliamo ricordare con rispetto perché presto ci si possa riappropriare della serenità che la vita di tutti merita».

Il dirigente scolastico Fiumara ha parlato di un momento «di speranza», alimentata dai bambini che frequentano quell’istituto – provenienti non solo da Tropea, ma anche da Drapia, Parghelia, Zambrone. «Il 9 maggio – ha detto – è una data che sprigiona molteplici suggestioni: la memoria della fine della II guerra mondiale, la celebrazione di martiri della mafia e del terrorismo (Peppino Impastato e Aldo Moro), la beatificazione del giudice Rosario Angelo Livatino, la ricorrenza della Giornata d’Europa: l’Europa federale, l’Europa delle patrie, l’Europa dell’identità plurale, l’Europa intesa come baluardo di civiltà nel rispetto dell’alterità e di ogni diversità.
Il nostro Inno alla Gioia non è solo quello della performance artistica dei nostri alunni della scuola secondaria, guidati dal prof. Laureana, ma è soprattutto quel filo rosso di solidarietà e di speranza che unisce la comunità del Borgo dei Borgo e che oggi nel cortile della scuola Primaria si arricchisce della presenza del Sindaco e della rappresentanza dell’Usr Calabria da parte della prof.ssa Franca Falduto».

«Il ricordo delle vittime di Covid-19 – ha detto il sindaco Macrì – rappresenta un momento di commemorazione importante per le comunità nel segno del ricordo e della memoria di chi, purtroppo, non è riuscito a vincere la battaglia contro questo nemico. Oggi piantiamo degli alberi, che sono simbolici per creare un luogo che permetta di non dimenticare quello che è accaduto in questo periodo di pandemia. Queste iniziative, inoltre, servono da monito per tutti, affinché non si sottovaluti la diffusione del virus e le conseguenze a cui può portare. Piantare giovani alberi è un atto d’amore verso il nostro territorio, e mai come adesso rappresenta un forte segnale di speranza e di fiducia nel futuro».

Articoli correlati

top