martedì,Luglio 27 2021

Vibo Marina, Special Olympics e Kiwanis insieme contro le differenze

Successo della manifestazione “Sport, mare, arte e cultura” alla quale hanno partecipato atleti e dirigenti della società sportiva e rappresentanti del club service

Vibo Marina, Special Olympics e Kiwanis insieme contro le differenze
Foto di gruppo per organizzatori e partecipanti alla manifestazione

Successo della manifestazione “Sport, mare, arte e cultura”, svoltasi ieri a Vibo Marina,alla quale hanno partecipato gli atleti e i dirigenti di Special Olympics, rappresentati dalla direttrice regionale Luisa Elitro e da quella provinciale Rossella Ciconte, e i rappresentanti del Kiwanis club di Vibo Valentia, il cui contributo è stato di notevole aiuto per la buona riuscita di quella che si è rivelata una vera festa. Erano presenti il presidente del Kiwanis, Mario Martina, la segretaria Ermanna Vezzoli, e i soci Basilio Valente, Franco Sicari e Riccardo Celano. Il club, su interessamento di Celano, ha messo a disposizione la barca che per due volte ha fatto il giro del golfo di Sant’Eufemia con a bordo ragazzi ed accompagnatori. [Continua in basso]

L’imbarcazione era affiancata dalla motovedetta CP 808 della Guardia Costiera e seguita dalla barca del presidente Martina. I ragazzi hanno molto apprezzato l’uscita in mare e si sono sentiti ancora protagonisti quando, nel spiazzale della Capitaneria di porto di Vibo Marina, si sono esibiti nelle loro specialità sportive di karate, pallacanestro e danza. Applauditi sono stati i saluti del comandante della Capitaneria di porto, Massimiliano Pignatale, e dell’assessore comunale allo Sport e Turismo, Michele Falduto, che si è congratulato per la bella iniziativa, e di Elisabetta Carioti, delegata provinciale del Comitato italiano paralimpico. La giornata è proseguita a Soriano con il pranzo al ristorante, con le visite ad una fabbrica di cioccolato, al Museo e ai ruderi del convento domenicano. Il tesoriere nazionale kiwaniano Gino Ricciuto ha poi offerto il tartufo di Pizzo, realizzato nei tre colori della bandiera italiana in omaggio alla bella vittoria della nazionale agli Europei di calcio. Un sentito grazie, infine, il Kiwanis lo rivolge a Special Olympics «il cui obiettivo è il rispetto e l’inclusione nella società dei ragazzi con disabilità intellettive, che vengono accolti nella struttura indipendentemente dalle loro capacità e dal loro stato».

Articoli correlati

top