venerdì,Maggio 20 2022

La Calabria si stringe intorno a Gratteri. Il procuratore: «Grazie, faremo ancora di più» – Video

In centinaia a Catanzaro a sostegno del magistrato, dopo la notizia della preparazione di un attentato per ucciderlo. Il ringraziamento dalla Procura: «Abbiamo bisogno di tutti voi per combattere la 'ndrangheta»

La Calabria si stringe intorno a Gratteri. Il procuratore: «Grazie, faremo ancora di più» – Video
La manifestazione a Catanzaro e, nel riquadro, il procuratore Gratteri

In centinaia, provenienti da tutta la Calabria, questa mattina a Catanzaro hanno preso parte alla manifestazione a sostegno del procuratore Nicola Gratteri, dopo le ultime notizie circa un attentato che la ‘ndrangheta stava preparando per ucciderlo. «Siamo qui per quello che ha fatto e per quello che sta facendo. Siamo orgogliosi di averlo», «Merita tanto, è una persona veramente eccezionale e ha bisogno del sostegno di tutti». Queste le voci di chi affollava piazza Matteotti, dalla quale si è levato un coro rivolto verso la Procura in segno di solidarietà a Gratteri. [Continua in basso]

Tra i presenti: il sindaco di Crotone Vincenzo Voci, i candidati a sindaco di Catanzaro Nicola Fiorita e Francesco Di Lieto, il testimone di giustizia Rocco Mangiardi, don Pino De Masi, Adriana Musella, il gruppo delle agende rosse, il senatore Nicola Morra che ha espresso solidarietà anche agli uomini delle scorte. Il senatore ha anche criticato la riforma alla giustizia del ministro Cartabia e ha sottolineato come la cronaca nazionale lasci spesso sola e in disparte la Calabria.

Un ringraziamento è arrivato direttamente da Nicola Gratteri, per tutta la gente accorsa a fargli da “scorta civica”. Il procuratore e gli altri magistrati della Procura di Catanzaro «ringraziano per il sostegno manifestato oggi davanti il Palazzo di Giustizia. Lo consideriamo – affermano – un invito a fare di più per contrastare un fenomeno come quello della ‘ndrangheta che oggi rappresenta, più che mai, una minaccia globale. Per combattere la ‘ndrangheta e le altre forme di criminalità mafiosa c’è bisogno del contributo di tutti, di chi non ha più voglia di abbassare la testa e di chi sogna una Calabria libera dal bisogno e dalla paura».

Articoli correlati

top