giovedì,Settembre 29 2022

A Filogaso “I sogni di Matilde” diventano ancora una volta realtà

Successo per la serata di solidarietà organizzata a Filogaso dall’associazione Onlus che porta il suo nome. La bimba è morta nel 2019 per un male incurabile

A Filogaso “I sogni di Matilde” diventano ancora una volta realtà

Continua, grazie all’impegno dell’associazione che porta il suo nome, la “vita” di Matilde, la bimba di Filogaso morta nel dicembre del 2019 a causa di un male incurabile. All’epoca la sua dipartita terrena ha destato profonda commozione e costernazione in tutta la comunità vibonese, anche per la dignità e la forza dimostrata dalla piccola nell’affrontare la malattia e nel consolare i propri cari anche nei tremendi attimi di dolore che l’hanno portata alla morte. Da questa immane tragedia, tuttavia, un anno dopo i genitori Alessio Cugliari e Maria Silvaggio, il fratellino Danilo e la sorellina Clarissa, hanno trovato la forza di far nascere l’organizzazione no-profit “I sogni di Matilde”, protagonista d’allora di molteplici iniziative benefiche. Del resto, l’associazione Onlus è sorta proprio con l’obiettivo di raccogliere fondi a favore della ricerca sulle neoplasie infantili e di regalare un sorriso ai degenti nei reparti ospedalieri di Pediatria. L’ultima iniziativa, in ordine di tempo, si è consumata nelle scorse ore. Si è trattato, nello specifico, della serata di solidarietà “Matilde, una bimba per i bimbi”, organizzata nella piazza Sant’Agata della “sua” Filogaso, il cui ricavato sarà devoluto alla Fondazione dell’ospedale Mayer per il reparto di Neuro-Oncologia. (Continua in basso)

Il programma ha previsto una salsicciata con “pipi e patati” e l’esibizione di artisti di strada, con tanto di ventriloquismo, bolle di sapone, impianto audio, baby dance, sputa fuoco e palloncini. E, alla fine,  “I sogni di Matilde” si sono avverati anche in tale occasione, vista la risposta convincente della comunità in cui la piccola ha trascorso i suoi nove anni di vita. Così come si sono concretizzati i desideri dei suoi familiari, di far rivivere la figlia prematuramente scomparsa nei tanti bimbi che, come lei, si ritrovano costretti, loro malgrado, ad affrontare la difficile battaglia contro il cancro.  L’associazione, al riguardo, ringrazia «per la disponibilità dimostrata l’Amministrazione comunale di Filogaso, la locale Pro-loco, la confraternita Maria SS. del Monte Carmelo, i volontari e tutti coloro che hanno sostenuto e reso possibile la realizzazione dell’evento. Siamo sicuri – conclude – che il nostro angelo Matilde è orgoglioso del nostro operato e di tutti voi».

      

top