sabato,Aprile 20 2024

Alla “Murmura” gli alunni protagonisti con Libera Vibo di un percorso di legalità

Poesie, disegni e riflessioni che, negli anni, i giovanissimi studenti hanno realizzato nell’ambito del percorso “Io cittadino libero, attivo, responsabile e consapevole”

Alla “Murmura” gli alunni protagonisti con Libera Vibo di un percorso di legalità
Un momento dell'iniziativa svoltasi alla scuola Murmura
Un altro momento dell’incontro

Presentato il libro interamente realizzato dai lavori delle alunne e degli alunni dell’Istituto comprensivo “Murmura” di Vibo Valentia. «Poesie, disegni e riflessioni che, negli anni, i giovanissimi studenti hanno realizzato nell’ambito del percorso di legalità “Io cittadino libero, attivo, responsabile e consapevole” che la professoressa Giusy Staropoli, in sinergia con le colleghe ed i colleghi in un dialogo trasversale ed a porte aperte, ha portato avanti». Lo fa sapere il coordinamento provinciale di Libera Vibo, guidato da Giuseppe Borello, il quale spiega che «la memoria viva, la cittadinanza consapevole, l’impegno a difesa dei diritti e la solidarietà devono rappresentare il faro del nostro stare al mondo». Borello ha preso parte all’incontro (Libera ha seguito il percorso degli alunni) che ha visto, tra gli altri, presenti la direttrice scolastica Tiziana Furlano, il vescovo Attilio Nostro, il già arciprete del Duomo di San Leoluca don Peppino Fiorillo, il sindaco Maria Limardo ed Elsa Tavella, mamma di Francesco Vangeli, il giovane scomparso quattro nel nulla ben quattro anni fa.

I ragazzi sono stati chiamati «a riflettere, a prendere parte, a scendere in campo decidendo da che parte stare e i loro lavori mostrano la maturità con cui hanno affrontato i diversi argomenti che, trasversalmente, hanno affrontato. Li abbiamo accompagnati negli anni e li abbiamo visti crescere, le poesie dei più grandi hanno ispirato quelle dei più piccini, in una crescita costante e continua». Emozionante l’abbraccio a mamma Elsa Tavella le lacrime che diventano semi di impegno e maggiore responsabilità in un lavoro di Memoria che investe il tempo presente e ci interroga sul nostro agire». Un ringraziamento, infine, il coordinamento provinciale di Libera Vibo lo rivolge alla direttrice scolastica Tiziana Furlano che, «da anni, ci spalanca le porte della sua scuola, al corpo docente tutto con il quale, ormai, abbiamo un dialogo costante, un grazie a mamma Elsa per le sue parole e per il mondo in cui porta avanti la sua lotta ma soprattutto ai nostri giovani, semi di un mondo diverso».

LEGGI ANCHE: Libera Vibo: «A Francesco Vangeli negata la possibilità di realizzare i propri sogni»

Articoli correlati

top