giovedì,Giugno 13 2024

Al 38% dei beneficiari del Reddito di cittadinanza potrebbero toglierlo: ecco quando

Il dato reso note dall’Ufficio Parlamentare di Bilancio su dati Inps in base alle restrizioni introdotte dalla nuova manovra di governo

Al 38% dei beneficiari del Reddito di cittadinanza potrebbero toglierlo: ecco quando

Il dato è stato riferito dalla presidente dall’Ufficio Parlamentare di Bilancio Lilia Cavallari nell’audizione alle Commissioni bilancio riunite di Camera e Senato, la quale si è attenuta ai dati Inps in base alle restrizioni introdotte dalla manovra: «Il 38,5 per cento dei nuclei che oggi ricevono il reddito di cittadinanza potrebbero esserne esclusi dopo agosto 2023». Inoltre «tre quarti dei nuclei percettori composti da una persona sola smetteranno di ricevere il Rdc, dopo agosto; al crescere del numero dei componenti si riduce la quota degli esclusi (essenzialmente per la presenza di minori). Il 22,9 per cento dei singoli beneficiari perderà il RdC, con una lieve prevalenza degli uomini (25,2 per cento) sulle donne (20,7 per cento). Risulteranno esclusi dal RdC il 36,1% dei disoccupati e meno di un terzo degli occupati. Questi ultimi sono soggetti con salari molto bassi (i cosiddetti working poors), di cui sarebbe auspicabile tenere conto nel ridisegnare gli strumenti di sostegno alla povertà e all’inclusione attiva» ha detto Cavallari.

Articoli correlati

top