mercoledì,Febbraio 28 2024

Maltempo e viabilità, si fa la conta dei danni e i cittadini chiamano in causa la Provincia di Vibo

Disagi a non finire per strade che da anni aspettano la messa in sicurezza e lavori degni di tal nome. Frane e smottamenti dal mare alla montagna mentre il 29 gennaio si vota per la presidenza dell’ente

Maltempo e viabilità, si fa la conta dei danni e i cittadini chiamano in causa la Provincia di Vibo
Il manifesto di sostegno a Solano da parte di Forza Italia nell’ottobre 2018

E’ bastata una sola giornata di pioggia intensa (martedì) per mettere a nudo la fragilità di un intero territorio e in particolare la viabilità di un’intera provincia dove le strade necessitano da anni di manutenzioni adeguate, lavori eseguiti “a regola d’arte”, interventi di pulizia e asfalto degno di tal nome. Una frana si è infatti abbattuta lungo la strada provinciale numero 17 tra il bivio di Gasponi e Tropea portando i vigili del fuoco – intervenuti sul posto – alla chiusura dell’arteria, da e verso il centro costiero, in attesa del ripristino di un minimo di sicurezza per gli automobilisti. Disagi anche lungo l’ex strada statale 522 – meglio nota come “Strada del Mare” – in alcuni punti fra Vibo Marina e Tropea totalmente allagata e invasa da fango e detriti. Anche questa arteria è di competenza della Provincia di Vibo Valentia che però continua a mantenerla in condizioni pietose pur costituendo il primo “biglietto da visita” per gli automobilisti che escono allo svincolo autostradale di Pizzo e vogliono raggiungere la tanto decantata Tropea. [Continua in basso]

La ex Statale 522 fra Briatico e Parghelia

Allagamenti si sono registrati in particolare nel tratto della Strada del Mare ricompreso fra Briatico, Zambrone e Parghelia, con diversi automobilisti costretti a fermarsi e impossibilitati a proseguire la marcia a causa degli allagamenti. Proseguono più a sud, la situazione non migliora per la strada provinciale numero 25 fra Coccorino e Joppolo, meglio nota come “mulattiera”. E qui siamo ai paradossi: nelle scorse settimane la Provincia di Vibo Valentia non ha trovato di meglio che firmare un’ordinanza di chiusura della “Strada del Mare” numero 23 proprio nel tratto fra Joppolo e Coccorino a causa della caduta di terriccio dalle pareti sovrastanti, scaricando le responsabilità sull’Anas, salvo poi fare marcia indietro ammettendo che il tratto in questione è di competenza provinciale.

La Sp 25, ovvero la “mulattiera”

Chiusa la strada provinciale numero 23, il traffico da e verso Nicotera è stato deviato sulla strada numero 25 (la “mulattiera”) dove però la situazione è ben peggiore dell’arteria 23 chiusa. In molti punti la pioggia ha causato delle frane sulla provinciale numero 23, ma la Provincia continua a lasciarla aperta (in caso di chiusura un intero territorio resterebbe isolato) ma soprattutto a non pulirla, né a prevedere lavori di rifacimento totale dell’asfalto e messa in sicurezza.

la strada da e per Soriano

Se la costa piange (ed anche l’entroterra con strade al “limite” nei territori di San Calogero, Rombiolo, Limbadi e Ricadi), la montagna del Vibonese non ride. A Serra San Bruno, ad esempio, si fa la conta dei danni con diversi alberi divelti, alcuni caduti anche sui cavi elettrici. Danni anche nell’intero bacino dell’Angitola, in particolare fra Francavilla, Filadelfia, Polia e Monterosso Calabro dove diverse strade sono al limite della percorribilità. Ma non va meglio nelle zone fra Fabrizia, Mongiana, Nardodipace e Dinami, così come non c’è alcun rossore da parte dei tanti politici locali per le condizioni pietose in cui versano le strade della vallata del Mesima, da Piscopio a Soriano sino a Gerocarne ed ancora più su sino a Sorianello. Situazioni che mettono ancora una volta a nudo tutte le responsabilità di una politica locale “parolaia” ed interessata unicamente alle “poltrone”, con buona pace dei problemi reali di un territorio portato agli ultimi posti di tutte le classifiche e dove si continuano a prendere in giro i cittadini. Perché a certe latitudini, lo si sa, anche il popolo è bue e come diceva un amministratore provinciale – a proposito di strade da asfaltare e qualità (scarsa) del bitume – intercettato nell’inchiesta Petrol Mafie: A me interessa solo avere il consenso” e “del resto non me ne fotte niente più”.

LEGGI ANCHE: “Rinascita Scott 2”: il bitume per la Provincia di Vibo e la politica del consenso

Vibo, dopo la pioggia nuovi disagi sul manto stradale “crivellato” di buche

Strade da incubo nel Vibonese e “politici” al lavoro in questi giorni per… la presidenza della Provincia

top