sabato,Maggio 25 2024

Strade da incubo nel Vibonese e “politici” al lavoro in questi giorni per… la presidenza della Provincia

Ecco in che condizioni versa la provinciale che conduce a Soriano Calabro e negli altri paesi delle Preserre. Asfalto da rifare, buche, canali di scolo da ripulire e segnaletica datata o inesistente

Strade da incubo nel Vibonese e “politici” al lavoro in questi giorni per… la presidenza della Provincia
strada per Soriano

Nella provincia che da anni occupa gli ultimi posti nella classifica sulla qualità della vita, come rivela anche quest’anno lo studio effettuato dal Sole 24 ore – benchè sia abbastanza prevedibile che di anno in anno sia difficile avanzare di posizione nel report in questione – cambiano gli amministratori degli enti locali ma i problemi che riguardano le infrastrutture pubbliche e la viabilità restano sempre gli stessi: strade impercorribili, sversamenti di rifiuti urbani, speciali e pericolosi un po’ ovunque, siti allagati, rari interventi di manutenzione nei canali di scolo delle acque e nelle aiuole, scarsa illuminazione, segnaletica stradale datata (dove c’è) e veri e propri “crateri” ormai divenuti identitari di un territorio – quello Vibonese – che sembra non interessare a nessuno e dove il  mondo della politica pare non voglia accorgersi di molte e troppe aree deturpate. [Continua in basso]

Così, a ogni scadenza naturale di un mandato amministrativo, mutano i nomi ma non i risultati. Emblematico, per esempio, il territorio delle Preserre vibonesi dove rappresentanti politici in seno alla Provincia di Vibo e alla Regione Calabria se ne sono contati diversi, eppure nessuno sembra essere stato mai di passaggio lungo la strada provinciale numero 73 – per citarne una – e rendersi così conto che quel tratto viario non necessita solo di piccoli e sporadici “assaggi” di manutenzione ordinaria, semplicemente perché definire “mulattiera” la Sp 73 è un eufemismo. La strada in questione è, tra l’altro, trafficata a qualsiasi ora del giorno poiché conduce anche a uno dei centri più produttivi e commerciali del territorio vibonese: Soriano Calabro. Ma è anche la principale arteria di collegamento con gli altri paesi delle Preserre (Gerocarne, Sorianello, Vazzano e Pizzoni) sino a Serra San Bruno. Insomma, una di quelle strade che dovrebbe costituire il “primo biglietto da visita” per un intero territorio, specie per i forestieri che escono allo svincolo autostradale per raggiungere Soriano Calabro o i centri limitrofi e si ritrovano, invece, con un’arteria lasciata da tempo in condizioni di abbandono, pericolo e mancata manutenzione. Per non parlare delle giornate piovose che la rendono a dir poco impraticabile.

Eppure dal paese ai piedi delle Serre, ogni giorno partono e rientrano centinaia di commercianti e lavoratori che, puntualmente, si ritrovano con una strada alquanto pericolosa, soprattutto durante la stagione invernale quando le voragini sul manto stradale divengono delle vere e proprie trappole poichè coperte dall’acqua. E i disagi sono evidenti soprattutto negli ultimi giorni che – guarda caso – coincidono anche con le ore frenetiche (fra riunioni, interpartitiche e “accorduni” nel variegato mondo della politica vibonese) decisive per decidere a chi affidare la guida della Provincia di Vibo Valentia che a fine gennaio è chiamata a eleggere il nuovo presidente. Quella stessa Provincia che non è riuscita sinora a garantire una viabilità degna di tal nome e che da anni è protagonista di una politica fallimentare sotto gli occhi di tutti.

LEGGI ANCHE : Svincolo Serre e provinciali per Soriano e Piscopio fra discariche e strade con scarsa segnaletica

Vibo, cittadini stanchi e infuriati per le strade “colabrodo”

Provinciali “colabrodo”, il sindaco di Nardodipace a Solano: «Lavori fatti male, è una vergogna»

Vibo, Pd: «Strade colabrodo per raggiungere le scuole, il Comune faccia qualcosa»

Articoli correlati

top