martedì,Luglio 16 2024

A Spilinga iniziative a favore degli anziani: ecco il progetto che punta all’aggregazione

Via libera dall’amministrazione comunale alla proposta presentata dall’associazione del Terzo Settore “Prociv Augustus”. La giunta: «Si intende favorire le relazioni interpersonali e stimolare la partecipazione alla vita sociale»

A Spilinga iniziative a favore degli anziani: ecco il progetto che punta all’aggregazione

Via libera dall’amministrazione comunale di Spilinga  alla proposta presentata dall’associazione del Terzo Settore “Prociv Augustus” di Vibo Valentia, riguardante il progetto “Un Anno di Solidarietà”, che prevede l’attività di aggregazione sociale per gli “over 65” e la presentazione della rendicontazione delle attività espletate nei servizi sociali nell’arco dell’anno 2022, e quelle programmate per il 2023. Il tutto per «il significativo rafforzamento dei servizi sociali comunali con lo scopo di stimolare la socializzazione e promuovere la partecipazione delle persone anziane alla vita sociale». L’amministrazione guidata dal sindaco Enzo Marasco ha, inoltre, deciso di affidare sempre all’associazione “Prociv Augustus”, l’organizzazione delle attività e, dunque, di demandare al dirigente competente la predisposizione di tutti gli atti. [Continua in basso]

La giunta vuole «promuovere l’assistenza e l’integrazione»

Il Municipio di Spilinga

Il disco verde definitivo al suddetto progetto è arrivato tramite l’approvazione da parte della giunta comunale di una apposita delibera. Nel documento viene chiarito che «lo Statuto comunale, tra i principi fondamentali, ha tra le finalità quella di “promuovere le più ampie iniziative in materia di assistenza, integrazione e diritti delle persone in condizione di handicap o disagio fisico e sociale, disciplinando l’organizzazione dei propri servizi e le modalità di coordinamento con gli altri soggetti operanti in questo ambito, nonché rafforzare i vincoli di solidarietà esistenti nella popolazione e affrontare i problemi di integrazione secondo i principi della tolleranza e della pari dignità». Per tali ragioni, quindi, l’amministrazione comunale «intende favorire le relazioni interpersonali e stimolare – si legge nella delibera – la partecipazione alla vita sociale, di ritrovo e di aggregazione per anziani “over 65”, onde poter svolgere attività interessanti ed in particolare avere l’opportunità di allacciare relazioni sociali significative, ed offrendo risposte ad una fascia consistente di persone che pur non necessitano di servizi sanitari ed assistenziali, richiedono interventi di natura integrativa, iniziative ricreativo-culturali».  

Il progetto ritenuto «un potenziamento dei servizi sociali»

A tal proposito, ai primi di dicembre, l’ente di Terzo Settore “Prociv Augustus”, accreditata nel settore dei servizi sociali, ha presentato all’amministrazione la proposta “Un Anno di Solidarietà”, con un evento legato all’attività di aggregazione sociale degli “over 65”, oltre alla presentazione della programmazione espletata per il «miglioramento dei servizi sociali comunali, riguardanti in effetti alle azioni afferenti al sistema integrato di interventi e servizi sociali». Detta proposta è stata, dunque ritenuta dal Comune «un’azione positiva e congrua di programmazione per il significativo potenziamento dei servizi sociali comunali come, in questo caso legata ad azioni di sostegno in favore di anziani, con una proposta, che va a rafforzare la collaborazione tra la “Augustus” e l’amministrazione comunale, estremamente efficace sul piano delle attività sociali, in particolare il coinvolgimento delle persone appartenenti alle fasce e le categorie più deboli».

Considerato, infine, che il Governo rende disponibili risorse aggiuntive per il potenziamento dei servizi sociali lasciando ai Comuni la possibilità di intervenire sia sull’entità che sulla qualità dei servizi offerti, la giunta Marasco ha deciso di approvare il suddetto progetto della “Augustus”, che prevede – come detto – l’attività di aggregazione sociale per gli “over 65” e la presentazione della rendicontazione delle attività espletate nei servizi sociali nell’arco dell’anno 2022, e quelle programmate per il 2023.

LEGGI ANCHE: Fondo povertà: l’Ambito Territoriale di Vibo cerca esperti per gestire le risorse finanziarie

Ammissione strutture socio-sanitarie: in 15 Comuni vibonesi si può fare domanda

Persone non autosufficienti, short list per esperti Case Manager: progetto per 15 Comuni vibonesi

Articoli correlati

top