sabato,Aprile 20 2024

Prevenzione nella lotta ai tumori in età giovanile: l’impegno dei Lions nelle scuole di Vibo

Il "Progetto Martina" ha interessato diversi istituti e coinvolto più di mille studenti

Prevenzione nella lotta ai tumori in età giovanile: l’impegno dei Lions nelle scuole di Vibo

Si è concluso il mese scorso il percorso dei Lions Club di Vibo Valentia nelle scuole superiori attraverso il “Progetto Martina”. La storia del progetto risale al 2006, quando fu presentato alle Istituzioni nell’Aula Magna dell’Università di Padova e nell’anno scolastico 2007-2008 iniziò ad essere attuato da medici Lions in varie città del Distretto Lions 108Ta3. Poi nell’occasione del congresso Nazionale Lions (Torino, 27-29 maggio 2011) i delegati del Multidistretto 108 Italy scelsero il “Progetto Martina” come Service Nazionale 2011-2012. L’obiettivo principale è la prevenzione delle malattie, in particolare oncologiche, in età giovanile. Sono stati coinvolti sei istituti superiori del capoluogo con oltre 1000 studenti che hanno partecipato agli incontri. Soddisfazione per i risultati ottenuti da parte del coordinatore del service Nicola Fusca: “Abbiamo riscontrato una grande partecipazione degli studenti – ha spiegato – anche per quanto riguarda le risposte ai test online che abbiamo proposto. Dagli studi compiuti emerge come ci siano patologie oncologiche che insorgono in età giovanile. Quindi la prevenzione, la formazione, i monitoraggi, sono fondamentali per intervenire efficacemente”. [Continua in basso]

Inoltre, il coordinatore del service ha messo in luce come “gli incontri hanno lo scopo anche di sensibilizzare gli studenti sullo stile di vita e sulle abitudini alimentari, fattori che possono condizionare e favorire l’insorgenza di questi tumori già in età giovanile”. Gli incontri sono stati riservati alle classi terminali, dalle Terze alle Quinte. Lo scopo fondamentale di questi seminari formativi mira alla prevenzione ai tumori e in genere all’educazione sanitaria, agli stili di vita. Si tratta di un impegno che ha visto la partecipazione di diversi medici. Nelle varie scuole si si sono alternati medici ed esperti in malattie oncologiche. Oltre a Nicola Fusca (responsabile del service), Domenico Consoli (Chairman), Giuseppe Proto, Luigi Anastasio, Danilo Cafaro, Franco Galati, Mary Giofré, Giuseppe Manfrida, Francesco Mio, Giuseppina Russo, Carlo Talarico ed Enzo Romeo. Le scuole coinvolte sono state gli IIS “Morelli Colao”, “ITG – ITI”, “De filippis-Prestia”, il liceo scientifico “G.Berto”, il Liceo “Vito Capialbi” e l’Ipseoa “E. Gagliardi”. Alle spiegazioni di carattere scientifico fondamentalmente il messaggio ha avuto un carattere pedagogico: la lotta ai tumori inizia nella scuola attraverso la prevenzione trasferendo ai giovani e ai genitori le necessarie conoscenze per evitare alcuni tumori o per diagnosticare precocemente la loro presenza. Gli ultimi incontri si sono svolti negli istituti professionali “E. Gagliardi” e “Defilippis-Prestia”” coinvolgendo circa 250 studenti.

LEGGI ANCHE: Vibo, tutto pronto per la quarta edizione di “Futura” il festival del liceo scientifico “Berto”

top