mercoledì,Luglio 24 2024

Vibo, Politiche sociali: conclusa la valutazione delle domande al “Dopo di noi”

Il sindaco Maria Limardo: «Continuiamo a dare risposte concrete alle istanze delle fasce deboli»

Vibo, Politiche sociali: conclusa la valutazione delle domande al “Dopo di noi”

“Nel solco di un percorso già tracciato, improntato a dare risposte concrete alle istanze della cittadinanza ed in particolare delle fasce deboli, questa amministrazione comunale, in qualità di ente capofila dell’Ambito territoriale sociale di Vibo Valentia, ha concluso un altro importante step per uno dei molteplici progetti avviati e che stanno proseguendo nel loro iter”. Ad affermarlo è il sindaco di Vibo Valentia Maria Limardo, che unitamente all’assessore alle Politiche sociali Rosa Chiaravalloti comunica come l’Ats, sotto la guida della dirigente Adriana Teti, abbia appena concluso la valutazione delle istanze pervenute in merito all’avviso pubblico “Dopo di noi” annualità 2016-2017. [Continua in basso]

Il fondo, istituito con la legge 112 del 22 giugno 2016 recante disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare, cosiddetta del “Dopo di noi”, ha introdotto per la prima volta nel nostro ordinamento specifiche tutele per le persone con gravi disabilità quando viene meno il sostegno familiare. L’obiettivo della legge è garantire la massima autonomia e indipendenza delle persone con disabilità, consentendo loro, ad esempio, di continuare a vivere – anche quando i familiari non possono più occuparsene – in contesti il più possibile simili alla casa familiare o avviando processi di deistituzionalizzazione. Il Comune di Vibo Valentia, in quanto capofila dell’Ats, ha provveduto a valutare le 15 domande pervenute a seguito di Avviso pubblico rivolto ai cittadini residenti nei comuni facenti parte dell’Ambito. L’istruttoria è stata condotta nelle specifico dalla commissione di valutazione dell’Ufficio Pua, a fronte della quale sono risultate idonee 4 istanze. Il sindaco e l’assessore manifestano dunque ampia soddisfazione. “L’intervento – riferisce la Chiaravalloti – rappresenta un importante supporto per le persone con disabilità grave e per i loro familiari. L’obiettivo è garantire alle persone che desiderano avviare un percorso di autonomia e autodeterminazione di poterlo fare in un contesto familiare. La conferenza dei sindaci dell’Ats, tenutasi il 27 aprile, ha deliberato l’atto di programmazione relativo al fondo Dopo di noi – annualità 2018, per il quale a breve sarà pubblicato l’Avviso rivolto alle persone con disabilità grave residenti nei Comuni dell’Ambito. Siamo certi – conclude l’assessore Chiaravalloti – che questo ulteriore intervento potrà garantirà risorse e sostegno a soggetti fragili per i quali è prevista l’attuazione di progetti sperimentali mediante periodi medio-lunghi di co-housing, soluzioni abitative ad alta integrazione sociale”. 

LEGGI ANCHE: Ats Vibo, avviate diverse attività: dal sistema di accoglienza alle politiche sociali

top