mercoledì,Maggio 22 2024

Canile chiuso a Ricadi, Oipa Vibo: «Si verifichino le condizioni degli animali»

La sezione provinciale a seguito del provvedimento temporaneo disposto dall’Asp chiede l’accesso agli atti per comprendere la situazione della struttura

Canile chiuso a Ricadi, Oipa Vibo: «Si verifichino le condizioni degli animali»

L’associazione animalista Oipa Vibo Valentia interviene a seguito della temporanea chiusura da parte dell’Asp di Vibo Valentia del canile di Ricadi “Il mondo di Pluto”. Al centro delle dichiarazioni del sodalizio, lo stato in cui versano gli animali ospitati nella struttura. «“Sospensione dell’accreditamento” e “divieto di accasamento all’interno del canile rifugio”, questo è ciò che l’Area C (che si occupa del benessere animale) del Servizio veterinario Azienda sanitaria di Vibo Valentia scrive a seguito dell’ultimo controllo presso il canile “Futuredil snc – Il Mondo di Pluto” sito in Ricadi. La motivazione? “Inottemperanza ai requisiti strutturali e gestionali”». L’Oipa Vibo si domanda: «Se vengono rilevate inadempienze strutturali e gestionali, i cani come stanno? Si trovano in un luogo idoneo al loro benessere? In che condizioni psicofisiche si trovano?». [Continua in basso]

E ancora: «Ci chiediamo se anche i circa 36 Comuni convenzionati con il suddetto canile, che pagano per la custodia dei cani siano a conoscenza dell’attuale situazione». In tale contesto, alcuni animali si troverebbero «“sotto osservazione Asl”, situazione che auspichiamo di capire meglio con puntuali aggiornamenti». Il sodalizio ha infine fatto sapere che come Sezione ha presentato, informando l’ufficio legale di Oipa Italia Odv, istanza di accesso agli atti presso l’Azienda sanitaria provinciale, per «comprendere esattamente la situazione del canile “Futuredil snc – Il Mondo di Pluto”, e le condizioni dei cani che ci vivono, riservandoci di intraprendere le azioni legali necessarie per la tutela degli animali, qualora necessario».

LEGGI ANCHE: Carcassa di cane trovata dentro un sacco nei pressi della stazione di Santa Domenica

Trova un randagio per strada e lo adotta, la volontaria Barreca: «Abbiamo bisogno di giovani così»

top