martedì,Aprile 16 2024

San Costantino Calabro, successo per l’evento di prevenzione uditiva

L’iniziativa a sfondo sociale è stata promossa dall’associazione “Disabili senza Barriere”. Tante le persone sottopostesi nell’occasione a test dell’udito

San Costantino Calabro, successo per l’evento di prevenzione uditiva

Bella iniziativa a sfondo sociale, promossa a San Costantino Calabro dall’associazione “Disabili senza Barriere” in collaborazione con Amplifon e la Farmacia Papadia. Si è trattato di un appuntamento di prevenzione uditiva gratuita, che ha registrato la partecipazione di una quarantina circa di persone. All’evento presenti, tra gli altri, il sindaco Nicola De Rito e l’assessore al ramo Palmiro Scarcia. Nell’occasione, i numerosi partecipanti hanno avuto la possibilità di sottoporsi a un esame audiometrico, eseguito da esperti del settore con il supporto dei volontari della locale associazione presieduta dall’attivo Rocco Deluca. Nel corso dell’evento sono stati distribuiti ai presenti anche dei gadget e del materiale cartaceo, quest’ultimo teso ad illustrare l’anatomia dell’orecchio e le moderne soluzioni tecnologiche utili a ridurre i disagi sociali e psicologici legati all’ipoacusia.

«Con queste iniziative – sottolinea al riguardo il presidente Deluca – miriamo a sensibilizzare l’opinione pubblica, le varie amministrazioni e i mezzi di informazione su tutte queste problematiche. Effettuare regolarmente un test dell’udito aiuta a individuare tempestivamente eventuali patologie, consentendo di affrontarli prima che si aggravino ulteriormente. La rilevazione precoce dell’ipoacusia facilita l’implementazione di soluzioni adeguate. A seconda della causa, la cura della perdita dell’udito può richiedere semplicemente un lavaggio auricolare o la somministrazione temporanea di farmaci. In alcuni casi, invece, potrebbe essere necessario l’utilizzo di un apparecchio acustico, che appunto richiede una terapia precoce. Il consiglio è di lasciare da parte eventuali titubanze è di sottoporsi ad un regolare test dell’udito una volta all’anno, anche quando si ha la sensazione di udire ancora bene». Il presidente di “Disabili senza Barriere” si sofferma, infine, sulle carenze prettamente sociali e relazionali che implica tale problematica. «Chi ha difficoltà uditiva – spiega Deluca – si troverà sempre più a disagio nelle conversazioni con altre persone, soprattutto in situazioni rumorose o di gruppo. La capacità di godere appieno di un concerto o di uno spettacolo teatrale sarà compromessa, e le situazioni sociali diventeranno più complesse da gestire. Le persone affette da ipoacusia rischiano di isolarsi, con conseguenti solitudine e depressione. Inoltre – conclude – la perdita dell’udito comporta rischi per la sicurezza personale, come non riuscire a percepire il suono di un campanello di bicicletta, l’allarme di un incendio o l’avvicinarsi di un’auto, il che può essere estremamente pericoloso».

LEGGI ANCHE: Mileto, il Poliambulatorio dell’Asp ha finalmente il suo ecografo

Roby Facchinetti cittadino onorario di Mileto: «Onorato di questo conferimento»

Articoli correlati

top