mercoledì,Aprile 17 2024

Speciale riconoscimento nazionale per gli studenti della scuola media di Jonadi -Video

Il lavoro prodotto dagli alunni è stato valutato quale "Progetto di grande valore educativo". Ecco di cosa si tratta e le motivazioni della commissione di valutazione del Concorso nazionale

Speciale riconoscimento nazionale per gli studenti della scuola media di Jonadi -Video
Un estratto del video realizzato dagli studenti

Si è svolta oggi, giovedì 24 novembre, nell’Aula Magna dell’I.C. di San Costantino Calabro, la cerimonia di premiazione del video “Il mio nome è mai più” realizzato dalle alunne e dagli alunni della scuola secondaria di I grado di Jonadi, diretti dal professore Anthony Eric Greco. Il video, che rappresenta l’esito di un percorso didattico realizzato nello scorso anno scolastico, condiviso dai docenti della scuola secondaria di I grado di Jonadi e dalla dirigente Luisa Vitale, ha partecipato al Concorso Nazionale Video Sconosciuti, indetto dal Comune di Piancastagnaio (SI) ed ha ottenuto il riconoscimento dell’inserimento permanente dello stesso nella locale Emeroteca in ragione della sua alta valenza educativa. Grande soddisfazione per il prodotto realizzato e il riconoscimento ottenuto è stata espressa dal sindaco del Comune di Jonadi, Fabio Signoretta, che ha premiato gli alunni di fronte a una platea di genitori commossi e soddisfatti. Per la Commissione di valutazione che ha inteso premiare il lavoro degli alunni della scuola secondaria di I grado di Jonadi, “il video testimonia un progetto di grande valenza educativa, affrontando una tematica purtroppo costantemente attuale. Notevole l’impegno dedicato alla sua realizzazione che denota particolari capacità e competenze specifiche nell’utilizzo degli strumenti, ma anche una grande, sentita partecipazione da parte di tutti gli attori coinvolti, consapevoli di rappresentare loro stessi in un prezioso documento che sovrappone recitazione e realtà con immancabile naturalezza. Un lavoro degno di massima divulgazione, in grado di supportare riflessioni e consapevolezze spesso bistrattate perchè lontane da realtà personali o riferibili a bisogni altrui, ma invece sempre più presenti e tangibili nel tessuto sociale e civile di ogni territorio. Apprezzabili oltremodo – conclude la commissione – sceneggiatura e montaggio, dove umiltà e genuinità sottoscrivono una comunicazione che arriva alle coscienze con assoluta efficacia”.

LEGGI ANCHE: Soriano, il Liceo scientifico si conferma eccellenza su scala regionale

top