sabato,Giugno 22 2024

Vibo Marina, la Pro loco ripulisce l’aiuola con il reperto attribuito a Santa Venere

In attesa della conclusione dell’iter amministrativo, il sodalizio spiega perché il cambio del nome è così importante per la cittadina costiera

Vibo Marina, la Pro loco ripulisce l’aiuola con il reperto attribuito a Santa Venere

Dopo il disco verde del Consiglio Comunale sul ripristino dell’antico nome di Porto Santa Venere per la cittadina portuale, sale l’attesa per una possibile conclusione dell’iter amministrativo già nel corso dell’attuale consiliatura. Nel frattempo, tra le prime attenzioni della Pro Loco non poteva esserci che una giornata ecologica avente come scopo la cura di quello che è considerato un sito identitario: il reperto marmoreo di età romana attribuito, dalla cultura popolare, a Santa Venere e posto in un’aiuola situata vicino al porto. Soci, volontari ed amici del sodalizio si sono infatti dati appuntamento per una iniziativa ecologica particolarmente significativa, ripulendo ed abbellendo con fiori “l’aiuola di santa Venere”. «Le condizioni in cui versa il rudere marmoreo meritano un lavoro di restauro ed un migliore assetto- afferma la Pro Loco- pertanto l’associazione è fiduciosa nell’intervento degli enti locali e della Soprintendenza per valorizzare questa importante opera. Ma ancora di più- viene rimarcato- merita di essere tutelato tutto ciò che di materiale e immateriale si ricollega all’identità ed al nome di una cittadina che a breve ritornerà a chiamarsi “Porto Santa Venere».

E, con l’occasione, vengono ribaditi, da parte del sodalizio, quelli che rappresentano i cinque motivi per cui è giusto che la cittadina ritorni a chiamarsi con questo nome:

  • Porto Santa Venere era l’antico nome del borgo marinaro, così chiamato in tutte le carte fino all’inizio del ‘900;
  • Il nome è stato tolto in modo illegittimo, senza alcun atto ufficiale;
  • Il toponimo “Porto Santa Venere” racchiude in sé alcune specificità identitarie della cittadina;
  • Il nome entrato nell’uso comune, cioè Vibo Marina, cancella l’identità specifica del luogo, svuotandolo della sua storia e facendolo apparire come una “periferia” del capoluogo;
  • Riappropriarsi di un’identità, anche solo a livello simbolico, stimola nei cittadini un maggiore senso di appartenenza

Articoli correlati

top