Maierato, il paese si prepara a celebrare la Madonna della Provvidenza

Il priore della Confraternita Nicola Monteleone ricorda tutte le manifestazioni di questo settembre, tra eventi civili e riti religiosi
Il priore della Confraternita Nicola Monteleone ricorda tutte le manifestazioni di questo settembre, tra eventi civili e riti religiosi
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

È stato un settembre di intense celebrazioni religiose e civili, quello vissuto a Maierato e non ancora finito. Domenica è in programma la festa della Madonna della provvidenza e di San Francesco d’Assisi, meglio nota come Festa degli Scrisi per il nome derivato dall’antica fiera che si svolgeva sulla piana degli Scrisi, poi spostata su corso Garibaldi. Tutto organizzato dalla Confraternita di Maria Santissima della provvidenza, che ha iniziato domenica 8 settembre con il settenario di preparazione. Sabato 14 settembre si è svolta la celebrazione eucaristica ed a seguire la processione con la statua di San Francesco d’Assisi, mentre domenica analoghi riti per Maria della provvidenza. Le celebrazioni e le processioni, che hanno visto una grande partecipazione di fedeli e di confratelli e consorelle, sono state presiedute da padre Giustino, da don Fortunato Figliano, da don Rocco Suppa e da don Danilo D’Alessandro, padre spirituale della Confraternita.

Informazione pubblicitaria

Le manifestazioni civili invece si sono articolate tra feste e concerti: il 13 settembre la 36esima edizione della sagra concorso della salsiccia; sabato 14 il concerto della Khatmandu Band – tributo Rino Gaetano, mentre domenica 15 settembre il cantante Sandro Giacobbe.  Al termine dei festeggiamenti religiosi il priore Nicola Monteleone ha rivolto un saluto ed un ringraziamento a quanti hanno reso possibili i festeggiamenti, dai componenti dell’assemblea a chi si è speso molto anche in passato, dai parroci al commissario straordinario del Comune ed all’Arma dei carabinieri della locale stazione. «Adesso in preghiera – ha concluso Monteleone – ci avvieremo in processione portando Maria Santissima della provvidenza per le vie del paese ed affidandoci a lei».