Lotta alla sclerosi multipla, successo nel Vibonese per la raccolta fondi

Oltre quaranta i paesi coinvolti nell’iniziativa della mela di Aism che mira ad aiutare la ricerca contro tale malattia degenerativa
Oltre quaranta i paesi coinvolti nell’iniziativa della mela di Aism che mira ad aiutare la ricerca contro tale malattia degenerativa
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Ammonta a quattordicimila euro la somma raccolta nel Vibonese dall’Aism in occasione dell’edizione 2019 dell’iniziativa benefica “La mela di Aism“, volta a finanziare la ricerca scientifica sulla sclerosi multipla e i servizi sul territorio per le persone alle prese con tale malattia. Un dato al di sopra di ogni più rosea aspettativa, che oggi porta la locale sezione Aism provinciale con sede a Ionadi ad esprimere pubblicamente tutta la propria gioia per il risultato ottenuto. “Non possiamo che dire 14.000 volte grazie a tutti i volontari che ogni anno si mettono in gioco per un obiettivo comune: un mondo libero dalla sclerosi multipla – afferma al riguardo Daniela Natale, vicepresidente della sezione di Vibo, nonché referente della raccolta fondi sul territorio – e grazie a tutti i nostri donatori, senza la vostra generosità tutto il nostro impegno sarebbe vano. La sclerosi multipla è una malattia cronica, degenerativa, spesso invalidante. Si registra una diagnosi ogni tre ore, 122.000 casi all’anno in Italia. Colpisce soprattutto i giovani tra i 20 e i 40 anni – conclude – ed è soprattutto a nome dei giovani con sclerosi multipla che voglio ancora ringraziarvi, perché è grazie a tanta generosità che presto o tardi, siamo convinti, si arriverà ad una cura definitiva”. Il profumo delle mele distribuite con una semplice donazione ha invaso le piazze del vibonese nei giorni 4, 5 e 6 ottobre e nel weekend successivo. In tutto sono stati più di 40 i paesi della provincia che hanno aderito all’iniziativa, in collaborazione con i parroci e le Pro loco. Nello specifico, banchetti della solidarietà sono state allestite nei paesi di: Acquaro, Ariola, Arena, Brattirò, Dasà, Dinami, Fabrizia, Filadelfia, Francavilla, Gerocarne, Ionadi, Limbadi, Mesiano, Mileto, Mongiana, Monsoreto, Monterosso, Nao, Nicotera Marina, Nicotera Superiore, Parghelia, Paravati, Pizzo, Piscopio, Rombiolo, San Calogero, San Costantino Calabro, Sant’Onofrio, Serra San Bruno, Soriano Calabro, Sorianello, Simbario, Spilinga, Vallelonga, Vazzano, Vibo Marina, Vibo Valentia, Zungri. Alla buona riuscita dell’iniziativa hanno collaborato anche aziende private, realtà sindacali e il Liceo scientifico di Vibo Valentia, con cui, tra l’altro, la sezione provinciale Aism ha instaurato un protocollo d’intesa che per il secondo anno consecutivo permetterà di avviare un percorso di alternanza scuola-lavoro.

Informazione pubblicitaria