Il Campionato mondiale di pizza piccante premia il Vibonese

A Cati Cimpoeru e Giovanni Cinquegrana, del Cantuccio di Joppolo, il primo posto nella gara per nazioni
A Cati Cimpoeru e Giovanni Cinquegrana, del Cantuccio di Joppolo, il primo posto nella gara per nazioni
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Resta in Calabria e nel Vibonese la coppa più prestigiosa del diciannovesimo campionato di pizza piccante svoltosi il 22 e 23 ottobre. Il titolo di “Campioni del mondo per nazioni” va infatti a Cati Cimpoeru e Giovanni Cinquegrana del ristorante pizzeria “Al Cantuccio” di Joppolo. Il campionato si è svolto nell’incantevole riviera dei cedri, a Scalea per la precisione, grazie ad una perfetta organizzazione curata in primis da Francesco Matellicani, presidente del “Movimento pizzaioli italiani”, al quale sono andati gli applausi unanimi anche per aver devoluto in beneficenza tutto il ricavato della manifestazione, destinandolo a vari enti che si occupano dei ragazzi con disabilità ed all’associazione “Noi per Filippo” per la ricerca sulla leucemia. Alla competizione hanno partecipato oltre 300 pizzaioli provenienti da ogni regione italiana, da tutta Europa e persino dal Brasile. Il primo posto di tale campionato per nazioni è andato alla Romania che ha premiato Cati Cimpoeru ed il suo compagno Giovanni Cinquegrana che da anni con sacrifici e passione portano avanti il ristorante “Al Cantuccio” nei pressi del lungomare di Joppolo. Un ulteriore successo, quindi, per un locale del Vibonese che lo vede trionfare nella preparazione della pizza.

Informazione pubblicitaria