Orientamento universitario, un successo la due giorni della “Valentia”

Focus con docenti dei tre atenei calabresi e con la partecipazione di enti, istituzioni e associazioni. Lo Bianco: «Aiutiamo i ragazzi a scegliere consapevolmente»
Focus con docenti dei tre atenei calabresi e con la partecipazione di enti, istituzioni e associazioni. Lo Bianco: «Aiutiamo i ragazzi a scegliere consapevolmente»
Informazione pubblicitaria

Un viaggio virtuale negli atenei calabresi, nell’ottica dell’orientamento e della scelta consapevole del percorso universitario da parte degli studenti che si accingono ad affrontare la maturità. È quello promosso e realizzato dall’associazione Valentia il 12 e 13 maggio attraverso i suoi canali social. Un viaggio che ha suscitato grande interesse da centinaia di ragazzi che si sono connessi alla diretta.

Due giorni di dibattito e spiegazioni che hanno coinvolto associazioni, enti, istituzioni regionali e nazionali, sindacati ed associazioni di categoria, per l’orientamento sulle tre università calabresi: la Magna Grecia di Catanzaro, l’Unical di Cosenza e la Mediterranea di Reggio Calabria. Nella prima giornata dedicata all’Università Magna Grecia sono intervenuti: il presidente della Valentia, Anthony Lo Bianco; il sottosegretario del Mibact Anna Laura Orrico; il vicepresidente della Regione Nino Spirli; il deputato Riccardo Tucci; il segretario generale Cisl Scuola Maddalena Gissi; i docenti dell’Università e le associazioni studentesche “Insieme” ed “Eureka”; un interessante focus ai test d’ammissione per le facoltà medico sanitarie e parasanitarie lo ha offerto la “Louis Academy”.

La seconda giornata è stata dedicata interamente alle Università della Calabria e Mediterranea, dove sono intervenuti, oltre a Lo Bianco, anche: l’assessore regionale all’Istruzione e Università Sandra Savaglio; il consigliere regionale Giuseppe Graziano; Franca Falduto, responsabile regionale Consulte degli studenti; Denis Nesci, presidente nazionale Udicon; docenti di entrambi gli atenei; e le associazioni studentesche “Rdu” e “Università futura”; il consiglio degli studenti dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria.

«Il precipuo scopo di questa iniziativa – ha spiegato Lo Bianco – è stato quello di valorizzare il territorio regionale e le sue qualità, consentendo agli studenti, maturandi e non solo, di compiere una delle scelte più importanti della vita in modo maturo, facendo sì che possano così avere le idee più chiare riguardo il loro avvenire, consapevoli che la loro terra natale, la Calabria, per restare in piedi e crescere sempre di più ha bisogno soprattutto del loro supporto».