Col naso all’insù per osservare la cometa Neowise dal Parco delle rimembranze

Numerose presenze a Vibo per l’evento organizzato dalla delegazione provinciale Fai in collaborazione con il gruppo astrofili vibonesi
Numerose presenze a Vibo per l’evento organizzato dalla delegazione provinciale Fai in collaborazione con il gruppo astrofili vibonesi
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

È stato un grande successo l’evento che la delegazione Fai di Vibo Valentia ha organizzato, in sinergia con l’amministrazione comunale, al Parco delle rimembranze. L’occasione era la visione del passaggio della cometa Neowise, che ha letteralmente incantato i presenti, rimasti affascinati dalla visione introdotta da una spiegazione storico-scientifica dell’astrofisico Tony Scarmato.

Informazione pubblicitaria

Tanti i partecipanti che hanno potuto ammirare la cometa Neowise, grazie anche alla collaborazione con il gruppo astrofili vibonesi (Antonino Brosio, Pierfrancesco Maruccio, Mimmo Manduca) e dei loro telescopi, mentre l’illustrazione di Scarmato ha accompagnato e guidato il pubblico presente alla scoperta della cometa che, con perfetta scelta di tempo si è mostrata dopo essere rimasta a lungo coperta da nubi inizialmente minacciosi.

In apertura, il capo delegazione Fai di Vibo Valentia, Teresa Saeli, nel ringraziare i presenti, ha voluto ricordare, visibilmente commossa, la figura di Giulia Maria Crespi, fondatrice e presidente onoraria del Fondo ambiente italiano, appena scomparsa, alla quale si è voluto dedicare la serata. Il sindaco Maria Limardo, nel sottolineare la proficua collaborazione con il Fai di Vibo Valentia, ha evidenziato come serate come queste servano a riportare i vibonesi tra i luoghi belli della città, che sono anche custodi di memorie di quella ricca storia millenaria che ha sempre visto Vibo Valentia protagonista.

L’auspicio manifestato è che altre serate come questa si possano ripetere e, a confermare questo augurio, l’intenzione, ribadita dai componenti la delegazione vibonese del Fai, di voler istituzionalizzare questo annuale appuntamento estivo, ricordando come già lo scorso anno l’evento tenutosi sempre al Parco delle rimembranze, in occasione dei 50 anni del primo allunaggio, avesse avuto uguale successo.
Soddisfatta l’assessore Daniela Rotino, che si è prodigata a risolvere le tante questioni organizzative che hanno riguardato l’allestimento dell’evento: «Seguiteci per altre entusiasmanti iniziative…» è stato l’invito conclusivo dell’assessore Rotino.