Mileto festeggia i 90 anni della basilica cattedrale

Consacrata il 25 ottobre del 1930, la chiesa madre della diocesi ha ospitato numerose ordinazioni episcopali e innumerevoli eventi religiosi
Consacrata il 25 ottobre del 1930, la chiesa madre della diocesi ha ospitato numerose ordinazioni episcopali e innumerevoli eventi religiosi
Informazione pubblicitaria

Compie 90 anni la basilica cattedrale di Mileto, intitolata a Maria Santissima Assunta in Cielo e a San Nicola di Bari. La chiesa madre della diocesi, infatti, è stata consacrata il 25 ottobre del 1930. Quel giorno, di prima mattina, così come si evince dagli scritti dell’epoca, il vescovo Paolo Albera iniziò l’apposita cerimonia “con l’intervento del Capitolo, del clero della città, dei paesi vicini e del seminario”. L’ingresso avvenne “processionalmente ed in modo ordinato, al suono della musica cittadina all’esterno e del nuovo organo all’interno della cattedrale, con canto solenne del Te Deum, oblazione ed ostia di propiziazione e di pace”.

L’apertura ufficiale della chiesa al culto, invece, si svolse “in un clima di festa e di profonda devozione” il giorno dopo, alla presenza delle massime autorità territoriali, e non solo. Da allora l’edificio sacro miletese ha ospitato numerose ordinazioni episcopali e migliaia di eventi religiosi, ad iniziare dai funerali dello stesso monsignor Albera, celebrati il 27 ottobre del 1943. Fu proprio “il vescovo costruttore” originario di Pavia, del resto, a voler edificare la nuova cattedrale, sulle fondamenta della precedente ottocentesca, gravemente danneggiata dai terremoti che nel 1905 e nel 1908 rasero al suolo, tra l’altro, le città di Messina e Reggio Calabria. L’attuale chiesa madre della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea fu costruita in stile romanico su progetto dell’architetto Faustino Roncoroni e dell’ingegnere Mario Pandelli, rifacendosi alla tradizione delle fabbriche esistenti nell’antica città normanna, nell’anno mille elevata da Ruggero I d’Altavilla a capitale della propria contea.

Nel 1990 è stata interessata da una profonda opera di ristrutturazione, predisposta dall’allora vescovo Domenico Cortese in base ai dettami del Concilio Vaticano II. Risale al 2016, invece, l’elevazione da parte di Papa Francesco della cattedrale a basilica minore, sancita con una solenne celebrazione presieduta a Mileto dal cardinale Robert Sarah (foto a lato), prefetto della Congregazione del culto divino e della disciplina dei sacramenti. I novant’anni di vita della basilica cattedrale verranno commemorati domenica prossima con una celebrazione eucaristica presieduta a partire dalle 17 dal vescovo monsignor Luigi Renzo. In modo circoscritto rispetto al passato, visto il periodo all’insegna del Covid-19. Nell’occasione, il presule della diocesi conferirà anche il mandato pastorale agli operatori impegnati nelle varie parrocchie.