giovedì,Luglio 29 2021

Superlega, Kadu sconta la squalifica per doping e torna alla Tonno Callipo

Positivo ad un steroide, nel 2017 gli era stato imposto uno stop poi ridotto a 1 anno e 3 mesi dal Coni. In seguito la chiamata in Nazionale e ora il ritorno a Vibo. Il martello brasiliano: «Non vedo l’ora di ricominciare»  

Superlega, Kadu sconta la squalifica per doping e torna alla Tonno Callipo

La Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia ufficializza il ritorno in rosa dell’atleta Carlos Eduardo Barreto Silva, meglio noto come “Kadu”. La formazione giallorossa potrà così tornare a contare sulle prestazioni di uno schiacciatore esplosivo in attacco e dotato di un’ottima battuta al salto. Classe 1994, “Kadu” è cresciuto nelle giovanili di uno dei club più importanti al mondo, il Sada Cruzeiro, prima di disputare da titolare la stagione 2015-16 nella Superliga brasiliana con il Montes Claros Volei. Nell’estate del 2016 l’approdo alla Tonno Callipo: un inizio non semplice, ma con il passare dei mesi “Kadu” è diventato uno degli schiacciatori più forti del Campionato italiano tanto da attirare su di sé le attenzioni di molti club, oltre che del selezionatore della nazionale brasiliana Renan Dal Zotto. E proprio il ct verdeoro punta molto sulle qualità di Kadu per impreziosire la batteria dei posti 4 del Brasile (rimaneggiata dagli infortuni) per il Mondiale di settembre. “Kadu” sta infatti lavorando da metà luglio agli ordini di Dal Zotto e dell’ex coach giallorosso Fronckowiak. 

Ad interrompere la sua ultima esperienza alla Tonno Callipo lo stop impostogli dal Tribunale nazionale Antidoping in ragione della positività alla sostanza Clostebol Metabolita, uno steroide anabolizzante, evidenziata dalle analisi eseguite al termine di Gara 2 dei quarti di finale dei play-off scudetto tra la Tonno Callipo e la Cucine Lube Civitanova, giocatasi al PalaValentia l’8 marzo 2017. In seguito la seconda sezione del Tribunale nazionale antidoping presso il Coni aveva accolto l’appello proposto dall’atleta, riducendo la squalifica comminata in primo grado di 9 mesi: da 2 anni ad 1 anno e 3 mesi. In entrambi i gradi di giudizio era emersa la non intenzionalità dell’atleta nell’assunzione dello steroide, nonché il lieve grado di negligenza del pallavolista, tutti elementi utili ad evitare la sanzione della squalifica di 4 anni prevista dalle norme sportive antidoping. L’atleta è stato così riammesso alle competizioni a partire dal 2 agosto scorso

E dal Brasile, il ventiquattrenne schiacciatore brasiliano ha espresso tutto il suo entusiasmo in vista del prossimo futuro con la Tonno Callipo: «Sono veramente molto felice di ritornare a Vibo. La mia aspettativa è la migliore possibile, spero di poter fare un grande campionato e aiutare al massimo la Tonno Callipo. Sono sicuro che lavorando sodo, potremo toglierci delle belle soddisfazioni. Non vedo l’ora di tornare». 

LEGGI ANCHE: Doping, il brasiliano della Tonno Callipo Barreto Silva positivo ai controlli

Positivo all’antidoping con la Tonno Callipo, squalifica quasi dimezzata per Kadu

 

 

top