mercoledì,Agosto 10 2022

Volley, alla Tonno Callipo arriva il centrale Tondo: «Avevo voglia di rimettermi in gioco»

L’atleta pugliese fino al 2017 ha giocato da centrale per poi trasformarsi per una breve parentesi in opposto

Volley, alla Tonno Callipo arriva il centrale Tondo: «Avevo voglia di rimettermi in gioco»
Immagine di repertorio da pixabay

La Tonno Callipo Vibo Valentia porta a casa un’altra importante operazione di mercato. Nel reparto dei centrali arriva il pugliese Alessandro Tondo (nato a Lecce, 32 anni da compiere il prossimo 18 agosto), che nelle ultime quattro stagioni è stato un punto di forza della Gas Sales Bluenergy Piacenza guidata da “mister secolo” Lorenzo  Bernardi. Con la maglia dei biancorossi ha collezionato 71 “gettoni di presenza” e 434 punti, di cui 49 dai nove metri e 81 a muro. Giocatore esperto – una laurea in fisioterapia– è un atleta molto duttile e dotato fisicamente grazie ai suoi 202 centimetri di altezza, che può essere utilizzato in più ruoli: fino al 2017 ha giocato da centrale per poi trasformarsi per una breve parentesi in opposto. [Continua in basso]

La Tonno Callipo prepara la squadra

Il commento del direttore sportivo Ninni De Nicolo: «Alessandro ha il carattere e le peculiarità tecniche per essere un elemento di riferimento in un reparto molto delicato come quello dei centrali. Il nuovo roster si sta delineando, mancano un paio di tasselli che annunceremo molto presto. Intanto sono contento di poter dare il benvenuto a Tondo, un giocatore molto forte e professionale, che sono sicuro farà molto bene in questo gruppo».

L’esperto centrale salentino motiva la sua scelta di abbandonare dopo quattro stagioni la Superlega per ripartire dalla seconda categoria nazionale: «Provo un po’ di voglia di riscatto. Soprattutto dopo gli ultimi tre anni in cui ho giocato poco anche a causa degli infortuni. Avevo voglia di rimettermi in gioco e ho scelto proprio Vibo Valentia. C’è un bel progetto affidato ad una formazione molto competitiva. Ritroverò degli amici oltre che giocatori di altissimo livello come Santi Orduna con cui ho già giocato. Le premesse per fare bene ci sono e ci auguriamo che siano il preludio di una stagione brillante». Non sono tanti i giocatori che nel corso della loro carriera hanno cambiato più ruoli con risultati estremamente positivi; tra questi c’è senz’altro Alessandro Tondo, che per scelta o necessità nel corso della sua ultradecennale carriera ha rivestito con profitto sia il ruolo di schiacciatore-opposto, che quello di centrale: «È sempre stato un alternarsi. Sono partito come centrale poi ho giocato per un breve periodo da opposto. Ma la mia vera natura è quella del centrale, quello in cui mi esprimo meglio anche se devo ammettere che mi diverto molto a giocare da posto-2».

In una fase di mercato abbastanza complessa e complicata, Tondo fa le carte al prossimo torneo di A2, individuando le squadre che lotteranno per i vertici della classifica: «C’è sempre la solita Bergamo che ogni anno allestisce roster di livello. Quest’anno ha preso i due schiacciatori che hanno fatto la promozione in Superlega. C’è la temibile Cuneo, Porto Viro, Castellana Grotte. Insomma sono diverse le formazioni che ci daranno filo da torcere». Atleta grintoso e determinato, che dall’alto dei 202 cm, è sicuramente la figura ideale per essere un tassello di fondamentale importanza nel nuovo roster giallorosso. Il suo marchio di fabbrica l’attacco in primo tempo ma non solo: «Superati i trent’anni si è giocatori d’esperienza quindi spero di poter dare un apporto oltre che concreto mettendo a segno punti durante le partite, anche sotto il profilo umano al fine di costruire un bel gruppo».

La carriera

Prima di approdare a Piacenza, sempre in Superlega, ha vestito la maglia della Revivre Axopower Milano dalla stagione 2016–2017 fino al sei novembre 2018, disputando complessivamente tra campionato, Play Off e Coppa Italia 66 gare, 147 set e 189 punti), mentre in passato era diventato una bandiera della Conad Reggio Emilia con quattro tornei di Serie A2 inframmezzato da una stagione in Serie B1.

Dotato di un servizio efficace ed insidioso e capace di far sentire la propria voce a muro, Tondo arriva alla corte del tecnico brasiliano Cezar Douglas che lo utilizzerà principalmente al centro.

Il suo curriculum parla da solo: sei tornei in Superlega/A1, cinque in Serie A2, uno in Serie B1, una Coppa Italia di categoria in bacheca (2019–2020) ed una promozione in Superlega (2019–2020) sempre con la casacca emiliana della Gas Sales Piacenza. In Superlega ha debuttato nella stagione 2016–20217, nelle file della Revivre Milano, nella vittoriosa gara di esordio disputata in trasferta domenica 2 ottobre al palazzetto “G.Poli” di Molfetta (1–3 il finale), mentre il primo punto in campionato lo ha siglato nel derby esterno, in terra brianzola, con la Gi Group Monza.

Articoli correlati

top