venerdì,Settembre 17 2021

Cicloturismo, “Bicinsieme” guida 70 bikers alla scoperta dell’insediamento rupestre di Zungri

Interessante escursione promossa dal gruppo di San Costantino Calabro guidato da Raffaele Mancuso. Un’intensa mattinata trascorsa tra sport, natura, cultura ed enogastronomia

Cicloturismo, “Bicinsieme” guida 70 bikers alla scoperta dell’insediamento rupestre di Zungri

Continuano le escursioni naturalistiche, alla scoperta di luoghi incontaminati, promossi dal gruppo ciclistico “Bicinsieme Paesaggi in Movimento San Costantino Calabro” guidato dal dinamico presidente Raffaele Mancuso. Ultima tappa del girovagare su due ruote è stato l’insediamento rupestre dei monaci basiliani sito nel territorio di Zungri.

Si, è trattato, ancora una volta, di «un’escursione naturalistica di straordinaria bellezza che ha conquistato tutti i partecipanti, quasi increduli davanti allo spettacolo presentatosi ai loro occhi». Esperienza tuttavia non nuova per il gruppo Bicinsieme che, da tempo, con passione ed impegno, «lascia a tutti coloro che vi partecipano un indelebile ricordo di calorosa e straordinaria accoglienza».

Nel dettaglio, si è trattato di «un’escursione pianificata e organizzata a seguito della volontà dell’amico Claudio Fimognari, presidente del gruppo “Siderno Bike”, di voler far visita al sito rupestre di Zungri unitamente al suo gruppo. Un’occasione che il gruppo “Bicinsieme”, non si è fatta certo sfuggire e che ha programmato nei minimi dettagli, mettendo in moto tutte le forze per regalare a tutti i partecipanti il ricordo di una giornata fantastica, confermando ancora una volta la proverbiale efficienza nell’organizzare, riuscendo ad aggregare sempre più appassionati delle due ruote».

A prendervi parte 70 amici bikers tra cui i gruppi Mtb San Calogero, All Bike Nicotera-Limbadi, Siderno Bike, Mtb Team Explorer Locri Siderno, Bicittanova. A loro «i sinceri e sentiti ringraziamenti» di Mancuso «per aver, con la loro massiccia presenza, ancora una volta rinnovato la fiducia nel gruppo Bicinsieme di San Costantino Calabro. Fiducia che non è stata certo tradita, ma al contrario si rafforza ancor più visto il buon esito della bella pedalata tra amici. Una pedalata scandita dai sentimenti di vera amicizia, che inizia di buon mattino al bar “Zii Mico” dove a tutti i partecipanti viene offerta la colazione dal caro amico e socio Enzo, per proseguire poi lungo strade interpoderali, tra pascoli erbosi, costeggiando la pineta della vallata tra Zungri e la frazione Papaglionti fino a raggiungere il piccolo laghetto di Zungri».

Da lì, attraverso la campagna, «fino a raggiungere la piazzetta antistante l’ingresso delle famose grotte dove ad accogliere la comitiva dei ciclisti vi è il sindaco di Zungri Francesco Galati, entusiasta per la massiccia presenza, ha rivolto un saluto e un ringraziamento agli organizzatori e ai ciclisti per aver voluto rendere visita al sito storico culturale, esprimendo parole di lode per le belle iniziative del gruppo tese a far scoprire le bellezze del territorio della nostra provincia».

Ad accompagnare i ciclisti nella visita guidata alle grotte vi era poi l’architetto Maria Caterina Pietropaolo, profonda conoscitrice dei luoghi, la quale ha spiegato la storia di questo insediamento rupestre. E dopo la piacevole mattinata trascorsa in sella alle proprie mountain bike tra ambiente e cultura è poi «giunto il momento per trovarsi tutti insieme a tavola per degustare invece qualche piatto tipico e recuperare le energie. Tutti insieme a pranzo presso il ristorante “Big Moom” per dare seguito alla entusiasmante pedalata, accolti da Antonella, Domenico e tutto lo staff, sempre attenti a soddisfare la grande comitiva» .

top