venerdì,Dicembre 3 2021

Sport e natura, a Fabrizia apre il nuovo percorso di Mountain bike “Faggio del re”

Un’escursione di oltre 20 chilometri promossa dall’Asd Vibo Bikers terrà a battesimo un sentiero mozzafiato realizzato in collaborazione con l’amministrazione comunale. Il sindaco Minniti: «Una spinta per il turismo sportivo»

Sport e natura, a Fabrizia apre il nuovo percorso di Mountain bike “Faggio del re”

Tutto pronto, a Fabrizia, nelle Serre vibonesi, per l’inaugurazione del nuovo percorso “Faggio del re” realizzato di recente dall’Amministrazione comunale di Fabrizia nell’intento di valorizzare le bellezze paesaggistiche del territorio. Per l’occasione, martedì 25 aprile, l’Asd Vibo Bikers Skatenati, da molti anni attiva nel settore del ciclismo in fuoristrada e non, ha promosso un’escursione in Mtb di oltre 20 km per inaugurare il nuovo percorso.

Il tracciato è stato realizzato sfruttando alcuni percorsi già esistenti collegandoli fra loro e, soprattutto, a quello realizzato di recente dall’amministrazione comunale. «Un gioiello nel cuore della Calabria – si legge in una nota di presentazione dell’evento -, con un percorso ad anello, totalmente su sterrato, con sentieri mozzafiato immersi completamente nel Parco Regionale delle Serre, all’ombra di faggete secolari. Salite, discese e “single track” curatissimi. Il tutto da percorrere in totale sicurezza grazie alle numerose staccionate in legno poste a protezione e passarelle per superare i numerosi ruscelli e i fossi esistenti. L’obiettivo è quello di renderlo fruibile in modo permanente sia come anello di mountain bike sia come percorso escursionistico per valorizzare i boschi e i paesaggi del territorio».

«L’evento in programma il 25 aprile – ha sottolineato il sindaco Antonio Minniti – è un appuntamento molto atteso a Fabrizia e non solo. Il percorso diventerà sicuramente un tratto distintivo del paese, che rimarrà fruibile tutto l’anno e abbiamo intenzione di organizzare altri eventi, vedremo se di tipo raduni, gare agonistiche o entrambi. Quello che abbiamo fatto è anche un messaggio di salute, benessere e amore per la propria terra, che speriamo riceva una spinta dal turismo sportivo. Per l’occasione sono stati mobilitati polizia municipale e protezione civile, predisponendo un servizio d’ordine in grado di accogliere i numerosi bikers che si stanno prenotando per partecipare all’atteso evento».

top