Superlega, PalaValentia ancora “tabù” per la Tonno Callipo Calabria

Terza sconfitta in tre gare ufficiali per i giallorossi nell’impianto di casa. Nella terza di campionato, Vibo Valentia senza idee e gioco cede in tre set alla Kioene Padova  

Terza sconfitta in tre gare ufficiali per i giallorossi nell’impianto di casa. Nella terza di campionato, Vibo Valentia senza idee e gioco cede in tre set alla Kioene Padova  

Informazione pubblicitaria
Un'azione del match al PalaValentia
Informazione pubblicitaria

Palazzetto di casa ancora stregato per la Tonno Callipo Calabria che incappa nella terza sconfitta su tre gare ufficiali giocate al PalaValentia in questa stagione. Dopo lo sfortunato turno di Coppa Italia contro Ravenna e la prima di campionato persa contro i campioni d’Italia di Civitanova, la “maledizione delle mura amiche” prosegue anche al cospetto della Kioene Padova. Veneti che si portano a casa 3 punti in 3 set e in poco più di 1 ora e 20 minuti di gioco. Prestazione negativa su molti fronti, al contrario, per i giallorossi di coach Tubertini (41% in attacco, 41% in ricezione, 21 errori diretti), mai realmente in partita, a fronte di una formazione ospite scesa in campo con le idee chiare e con l’opposto Nelli (Mvp del match) in veste di trascinatore (18 punti con 2 muri e il 64% in attacco; 62% di squadra).   

Informazione pubblicitaria

Dopo un avvio sprint, sospinta da Lecat e Antonov, la Tonno Callipo si vede ben presto costretta a tenere a bada gli agguerriti ospiti pronti a farsi pericolosi in fase offensiva. Per Padova, che insegue a 1-2 lunghezze di distanza, il pareggio si concretizza sul 10-10. L’equilibrio nella fase centrale del set è spezzato dal break ospite del 14-16. Il doppio affondo di Lecat tiene Vibo a un passo (17-18) ma Padova spinge sull’acceleratore e si porta al 20-23. Veneti al set point sul 21-24. Vibo annulla due palle set e la panchina ospite chiama time-out. Chiude l’ex Randazzo: 23-25.  

Vibo soffre anche in avvio di secondo set. Patch mette a terra la palla del 4-5. Padova continua però ad imporre il suo gioco e a farsi sentire a muro (7-12). Calo vistoso della Tonno Callipo nella parte centrale del set con la Kioene che addirittura doppia Vibo (8-16) e allunga sull’8-19. L’errore degli ospiti in battuta interrompe momentaneamente la lunga scia patavina, ma il margine è troppo ampio da colmare nonostante la buona volontà di Verhees (ace del 12-22). Padova al set-point sull’errore in battuta di Izzo (13-24) e pratica chiusa subito dopo dagli ospiti: 0-2. 

Approccio più convinto per i vibonesi nel terzo set. Antonov a segno dai nove metri per il 7-3. È ancora il nazionale azzurro a mettere a segno il punto del 12-9. Veemente la reazione di Padova che riagguanta il pareggio sul 13-13. Due errori di Vibo rimettono gli ospiti davanti a +2 (17-19). Occasione colta per allargare il solco fino al colpo vincente di Massari (18-21). Padova è più cinica e reattiva e con Nelli si porta ad un passo dal match-point (18-23). È ancora l’opposto veneto a regalare ai suoi 5 palle match. Verhees ne annulla una ma Nelli in attacco non perdona e per Padova sono tre punti comodi. 

Il tabellino della gara:

Tonno Callipo Vibo 0

Kioene Padova 3

(23-25, 13-25, 20-25)

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Costa 5, Coscione 3, Marra (L), Lecat 5, Izzo, Antonov 8, Massari 2, Domagala 2, Verhees 5, Patch 7, Presta 1. Non entrati: Corrado, Torchia. Allenatore: Tubertini

KIOENE PADOVA: Polo 5, Nelli 18, Balaso (L), Cirovic 11, Volpato 5, Travica 3, Koprivica, Randazzo 15. Non entrati: Peslac, Gozzo, Sperandio, Scanferla, Premovic. Allenatore: Baldovin

ARBITRI: Mauro Goitre, Alessandro Cerra.

NOTE: Spettatori 600, incasso 1200. Durata set: 31’, 26’, 26’, tot.: 85’.