Ciclo-escursionisti alla scoperta del Monte Poro, a Zungri arriva “Onda d’urto”

Tappa conclusiva dei raduni itineranti in mountain bike curata dall’associazione Bicinsieme di San Costantino Calabro con sosta obbligata al suggestivo insediamento rupestre degli “Sbariati”. Manifestazione patrocinata dai comuni di Joppolo, Zungri e San Costantino

Tappa conclusiva dei raduni itineranti in mountain bike curata dall’associazione Bicinsieme di San Costantino Calabro con sosta obbligata al suggestivo insediamento rupestre degli “Sbariati”. Manifestazione patrocinata dai comuni di Joppolo, Zungri e San Costantino

Informazione pubblicitaria
Il sito rupestre di Zungri

Si svolgerà domenica 5 novembre nel Vibonese la tappa conclusiva di “Onda d’Urto”, la manifestazione cicloturistica basata su raduni itineranti in mountain-bike che va avanti ormai da diversi anni in tutta la Calabria. Si tratta di un movimento spontaneo sorto per iniziativa di gruppi di “bikers” dediti maggiormente all’escursionismo locale il cui obiettivo è principalmente quello di far conoscere le innumerevoli meraviglie della Calabria …in primis ai calabresi.

«Una sorta di consorzio su base territoriale e a carattere sportivo – spiegano i promotori – finalmente germogliato tra appassionati corregionali molto legati alla propria terra e alla millenaria cultura che essa esprime e che avvalendosi della comune passione per la disciplina della mountain-bike decidono di testimoniarne con sano entusiasmo la piena appartenenza presentando senza remore il secolare ed immutabile identikit etnico-culturale».

Nell’anno in corso si sono svolte già sei tappe in varie località e la settima ed ultima si svolgerà nel comprensorio del Monte Poro e nella cittadina di Zungri, sede dell’ormai famoso sito rupestre degli “Sbariati”. Una tappa molto importante dal punto di vista culturale e storico, paesaggistico e gastronomico, la cui organizzazione è stata affidata al gruppo Bicinsieme paesaggi in movimento di San Costantino Calabro guidato da Raffaele Mancuso.

Un gruppo, quello di Bicinsieme, che «non manca di distinguersi per la perfetta macchina organizzativa che in ogni occasione riesce a mettere in moto regalando a tutti i partecipanti momenti di sana aggregazione ed entusiasmo. Ed è quasi tutto pronto per accogliere i circa 300 bikers provenienti da tutta la Calabria, che si ritroveranno all’ostello della gioventù di Monte Poro, dove sarà data loro accoglienza per poi partire alla volta della “Città di pietra” di Zungri. Un evento regionale molto importante che mette in evidenza positivamente il territorio del Vibonese nella fattispecie il comprensorio del Monte Poro ricco di spunti paesaggistici di notevole bellezza e la città di Zungri meta di numerosi visitatori attratti dalla bellezza del sito rupestre degli “Sbariati”. La manifestazione è patrocinata dai Comuni di Joppolo, San Costantino Calabro e Zungri che hanno accolto positivamente l’idea del gruppo “Bicinsieme Paesaggi in movimento”.

Non solo bici, in questa tappa conclusiva c’è anche spazio per gli escursionisti trekking che potranno usufruire di una guida esperta per percorrere i tanti sentieri del comprensorio del Monte Poro. Nella cittadina di Zungri i partecipanti faranno una sosta per la visita al museo e al sito archeologico e potranno usufruire di un ricco ristoro-aperitivo a base di prodotti della tradizione gastronomica locale offerti dalle varie aziende sponsor della manifestazione. Dopo la visita al sito rupestre la carovana ciclistica proseguirà alla volta di Monte Poro dove il pranzo conclusivo della tappa e della stagione 2017.

«Una bella occasione questa – concludono i promotori – per il territorio della provincia di Vibo Valentia che può mostrarsi in tutta la sua bellezza».