Acqua sporca a Santa Domenica di Ricadi, continua l’emergenza (VIDEO)

Ancora irrisolta l’annosa questione al centro delle battaglie di un comitato spontaneo di cittadini. Inefficaci gli interventi sulle condotte  

Ancora irrisolta l’annosa questione al centro delle battaglie di un comitato spontaneo di cittadini. Inefficaci gli interventi sulle condotte  

Informazione pubblicitaria
Acqua sporca a Santa Domenica

Non sono stati sufficienti un esposto alla Procura della Repubblica di Vibo Valentia, la relativa raccolta di 1400 firme e le continue sollecitazioni di Legambiente e del comitato spontaneo di cittadini per risolvere la bega “acqua sporca” a Santa Domenica di Ricadi. Le condotte cittadine erogano ormai da anni un liquido che spesso è soggetto a ordinanze di non potabilità, problema che non ha ancora avuto una soluzione, nonostante l’intervento della Sorical che recentemente ha applicato dei filtri alla condotta per eliminare tracce di manganese, responsabile della colorazione dell’acqua. Adesso sono i nitrati a preoccupare i cittadini, sempre più esasperati da una situazione che presenta anche altri risvolti: all’emergenza sanitaria si somma infatti l’incidenza sulle finanze familiari, visto che l’acqua in bottiglia viene acquistata quotidianamente in grande numero per ogni genere di utilizzo.

Franco Saragò, responsabile di Legambiente Ricadi, da anni si batte per la risoluzione del problema: «Si alternano spesso divieti di utilizzo di acqua e in questo periodo continuano ad esserci, cosa che non fa altro che generare confusione in una popolazione già provata. Per questo chiediamo che vengano fatte delle analisi più accurate e che siano fatte più spesso, visto che i controlli hanno cadenze molto lunghe. Speriamo che chi ha responsabilità di governo possa individuare al più presto le cause e risolverle» ha concluso.

LEGGI ANCHE:

Acqua sporca a Santa Domenica di Ricadi: chiesti interventi risolutivi

Acqua sporca a Ricadi, Comune e Sorical concordano pulizia straordinaria della rete idrica

Acqua sporca: l’anomalia del “caso Ricadi” e l’ordinanza revocata

Acqua sporca a Ricadi e lungo la costa, il comitato torna all’attacco