Sversamenti nel Tomarchiello a Bivona, Polistina: «Non si tratta di reflui fognari»

Il consigliere comunale ha interessato l’Ufficio tecnico comunale che ha accertato come la condotta difettosa non sarebbe di competenza del Comune: «Potrebbe essere del Nucleo industriale o abusiva»

Il consigliere comunale ha interessato l’Ufficio tecnico comunale che ha accertato come la condotta difettosa non sarebbe di competenza del Comune: «Potrebbe essere del Nucleo industriale o abusiva»

Informazione pubblicitaria
Lo sversamento di liquami a Bivona
Informazione pubblicitaria

Un sopralluogo immediato del personale dell’Ufficio tecnico comunale di Vibo dopo la segnalazione del problema apparsa su Il Vibonese. Ad investire della questione l’ufficio il consigliere comunale Gregorio Polistina, recatosi personalmente sul posto per verificare la natura del disservizio in questione. Stiamo parlando della fuoriuscita di liquidi verificatasi nei giorni scorsi in via del Pescatore a Bivona, con riversamento degli stessi nel torrente Tomarchiello e da lì in mare. Secondo quanto affermato da Polistina la condotta difettosa non è di competenza del Comune, non avendo l’Ente alcuna rete in quel preciso punto. Di più: il liquido maleodorante non sarebbe assimilabile a reflui fognari. Circostanze entrambe verificate dall’ufficio comunale chiamato in causa dal consigliere. «Si tratta, a mio avviso – sostiene Polistina -, di una condotta di proprietà del Nucleo industriale o, non è da escludere, di una condotta abusiva. In entrambi i casi non è il Comune a dover intervenire, ma lo stesso Nucleo o la Capitaneria di porto. Voglio però – aggiunge – tranquillizzare quanti si sono prodigati a segnalare con sollecitudine il problema: non si tratta di fogna, l’acqua appare anzi chiara e niente affatto nauseabonda come si vorrebbe far credere». Tocca ad altri e non al Comune, quindi, per il consigliere di maggioranza accertare eventuali responsabilità. «Ritengo sia ingiusto e scorretto – precisa a tal proposito – addossare sempre all’amministrazione comunale tutte le responsabilità anche su questioni che, come in questo caso, evidentemente non le competono. In questo caso poi l’Ufficio tecnico si è attivato nel giro di pochissimo tempo. Certo il problema c’è e va risolto. Ad altri il compito di stabilire a chi tocchi farlo».  

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHEGuasto alla condotta delle acque nere, a Bivona i liquami invadono la strada

Bivona, il torrente Tomarchiello invaso dai reflui fognari – Video